“A Spasso nel Tempo” – un pezzo di puglia degli anni 50. | Webtvpuglia

“A Spasso nel Tempo” – un pezzo di puglia degli anni 50.

“A Spasso nel Tempo”

Questo il titolo del breve filmato che vi proponiamo.
Si tratta della rappresentazione teatrale, scritta da Antonio Fanizzi in dialetto e riproposta in video.
L’idea di realizzare un “contributo filmato sperimentale” è partita dietro input della direzione e dei docenti del 2° Circolo didattico “via Firenze” di Conversano e dello stesso autore,
Antonio Fanizzi.

Location scelta per le riprese, il centro storico di Conversano, luogo questo, rappresentativo e significativo della valenza storico culturale e architettonica che i borghi di Puglia offrono agli avventori e turisti.
Viuzze e strade, per l’occasione, specie d’estate, si addobbano a festa con fiori e piante ornamentali mediterranee, così appaiono in questi giorni i centri storici di Puglia
Attori protagonisti della breve commedia filmata che vi proponiamo, appunto, i ragazzi del 2° Circolo via Firenze di Conversano.
La storia, scritta da Antonio Fanizzi e diretta da Piero Buonsante è Ambientata negli anni 50 e vede al centro dell’attenzione il fidanzamento di 2 giovani paesani dell’epoca.
Il luogo dell’incontro tra i consuoceri… (Pasqua e Cosimo, genitori dello sposo e Chiara e Pasquale, genitori della sposa) …in cui discutere i preliminari del matrimonio, è, Via Pallonetto, nel centro storico della città,: Pasqua e Cosimo, genitori dello sposo e Chiara e Pasquale, genitori della sposa…………………..

Interpreti principali:

Donato Abbruzzi, (Introduce il racconto)
Claudia Cavallo, -Cumma Pasquin (e)-
Francesco Di Donna, -mba Cos (e)m(e)-
Davide Mincarone, (commento fuori campo)
Cristel Giannuzzi -Chiarin(e)-
Domenico Locaputo -mba Paschel(e)-

Regia
Antonio Fanizzi
dir.fotografia
Piero Buonsante
riprese
Giampiero e Piero Buonsante

Si ringrazia il corpo insegnanti e la dirigente Prof.ssa Guillermina De Gennaro

una produzione
webtvpuglia-Buons@nte Comunic@zioni
via Galileo Galilei 1 Conversano (Ba)

 Category: cinema Cultura scuola