Asd Conversano, Barbara Corriero: “Quest’anno abbiamo una squadra più completa”

views
1


La numero 9 però precisa: “Se non fossimo state forti negli scorsi anni non saremmo qui adesso”.

 Conversano (Ba) – Pivot scorbutico che predilige giocare di spalle alla porta, è stata l’assoluta protagonista di questo inizio di campionato con la doppietta all’esordio a Rionero in Vulture, dopo che in precedenza aveva siglato anche la prima rete ufficiale della stagione a Fasano in Coppa Italia. Giocatrice di lunga esperienza con un passato nei campi a 11 e un recente nel calcio a cinque ha l’abitudine di dedicare con la sua particolare esultanza ogni sua rete alle tre persone più care della sua vita. Scheda di presentazione per Barbara Corriero, classe 1990, numero 9 della squadra allenata dal mister Berardi, al terzo anno di fila con la casacca del Conversano, elemento di sicuro affidamento della rosa, pronta a replicare se non migliorare il bottino della scorsa annata (limitato da un infortunio iniziale) di una quindicina di reti.

 Ciao Barbara, se era possibile presentarti con le tue caratteristiche

“Ciao sono Barbara Corriero e mi definisco un Pivot scorbutico. Amo giocare di spalle alla porta e purtroppo, amo sbagliare i gol più semplici”.

Due goal all’esordio in campionato e uno in Coppa. A chi dedichi queste marcature? Quale rete ti ha trasmesso più emozioni ?

“La rete che mi ha più emozionata è ovviamente il gol vittoria durante la prima di campionato a Rionero in Vulture. Dedico ogni mio gol, alle 3 persone, come indica la mia esultanza, più importanti della mia vita, senza ovviamente tralasciare tutte le altre che hanno reso me ciò che sono, dal mister alle ragazze”.

Come è nata la tua passione per il calcio?

“Per strada, con i miei amici di sempre e con mia sorella più piccola, pianista, costretta a improvvisarsi portiere nel cortile di casa”.

In che squadre hai militato nella tua carriera?

“Ho iniziato a 12 anni nell’Acquaviva calcio a 5, iniziando a calpestare i primi campi nei campionati csen e così via. A 15 anni ho militato nel Bari calcio a 11, denominata con nomi diversi nel corso del tempo, disputando campionati di serie B e di serie A, a seguire una stagione in prestito nella Cavaliere Matera a 11 nella serie cadetta prima di ritornare a Bari in serie A; ho inoltre rivestito la casacca del Castellana a 11, vincendo un campionato di serie C e disputando uno di B; successivamente è scoccata la scintilla dell’innamoramento per il futsal. Ho rivestito la maglia dell’Effegi Castellana per 2 anni in serie c, vincendo il campionato e portando per la prima volta, la squadra in A2, a seguire il passaggio alla New Team Noci con la vittoria del campionato di C e l’approdo in A2, prima di arrivare a rivestire la maglia del Conversano con cui ho militato un anno in C e il successivo in A2”.

Terzo anno consecutivo a Conversano. Questa è la squadra più forte delle ultime stagioni?

“Quest’ultima è la squadra più completa più che altro, perché se non fossimo state forti negli scorsi anni, non penso saremmo qui adesso”.

Domenica debutto casalingo contro la corazzata Noci. Un tuo pronostico alla vigilia

“Pronostico??? Preferisco non farne, non vorrei farti vedere il gesto che sto facendo.
So solo, che affrontare per l’ennesima volta ex compagne di squadra e una società fantastica come la loro, mi emoziona tantissimo. Che vinca la squadra più in forma!”.

 

Ufficio Stampa Asd Conversano Calcio a 5 Femminile

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.