Avviso per la selezione di due unità per l’ufficio stampa regionale. M5S: “Va rettificato. Iscrizione all’ordine dei giornalisti dev’essere requisito fondamentale”

Rettificare l’avviso interno di mobilità per due unità di personale per lo svolgimento di attività di supporto alla sezione informazione e stampa del consiglio regionale, prevedendo tra i requisiti fondamentali l’iscrizione all’ordine dei giornalisti. È quanto chiedono i consiglieri del M5S Puglia.

“Riteniamo quantomeno singolare – dichiarano i pentastellati – che per lavorare all’interno dell’ufficio stampa regionale sia richiesta tra i requisiti fondamentali la ‘conoscenza e l’uso delle piattaforme per la gestione documentale e i servizi di protocollazione’, mentre sia considerato requisito preferenziale ‘l’eventuale iscrizione all’albo dei giornalisti’. Il tutto non tenendo assolutamente conto anche di quanto previsto dalla normativa vigente. L’art 9 della legge 150/2000 stabilisce infatti che ‘Gli uffici stampa sono costituiti da personale iscritto all’albo nazionale dei giornalisti’. Non capiamo perché per il Consiglio regionale della Puglia questo non debba valere. L’Avviso, come si legge, è stato redatto per garantire il corretto esercizio delle competenze ascritte alla Sezione Informazione e Stampa, in seguito al pensionamento di alcuni dipendenti. Ebbene queste competenze le hanno i giornalisti, non dei funzionari che potrebbero non aver mai svolto la professione. Chiediamo al Presidente Loizzo e ai dirigenti di rettificare al più presto l’Avviso, confrontandosi con l’Ordine dei giornalisti che si è già espresso in merito. L’ufficio stampa regionale ha un compito fondamentale e va rispettato. Il Consiglio non può approvare mozioni e fare iniziative per la libertà di stampa e poi comportarsi in modo opposto violando i diritti dei giornalisti”