Azzurri Conversano, Giuseppe Fanelli croce e delizia: la sua tripletta è inutile con il Monte S. Angelo

Il numero 10 conversanese fallisce il rigore del possibile pareggio a pochi secondi dal termine

Conversano (Ba) – Gli Azzurri Conversano si arrendono al Futsal Monte Sant’Angelo nella decima giornata del massimo campionato regionale di Serie C1 e restano fermi a quota 13 punti in classifica, in zona medio-bassa. Quaranta minuti al cardiopalma quelli vissuti al Pineta con i padroni di casa prima in vantaggio nel primo tempo, poi raggiunti e superati nella ripresa, ed infine capaci di fallire un rigore ad una manciata di secondi dal termine.

LA GARA – Nuova maglia dal grande impatto cromatico per i padroni di casa che si schierano con Candela, Loiotine, Corriero, Renna e Cannone, mentre sul fronte opposto, in maglia a scacchi, ci sono Barbone, Ese, Natalino, Castriotta e Ortuso. Avvio di gara di marca azzurra con Loiotine che colpisce l’incrocio dei pali dopo pochi minuti. La squadra di mister Giliberti conferma di trovarsi a proprio agio sul proprio rettangolo di gioco e costruisce diverse palle-gol. A concretizzare la massiccia mole di gioco ci pensa Donatello Fanelli prima di metà frazione con un tap-in vincente dopo gran intervento di Barbone su Cannone. La reazione del Monte Sant’Angelo è sterile anche se gli ospiti riescono ugualmente a pervenire al pareggio grazie a Castiotta ben piazzato sul secondo palo. Per gli Azzurri, dunque, tutto da rifare, ma è il solito Giuseppe Fanelli a togliere le castagne dal fuoco e a siglare il gol del momentaneo 2-1 con cui si va al riposo. Nella ripresa la musica cambia radicalmente. E’ sempre Castriotta in casa Monte Sant’Angelo a suonare la carica con la rete del provvisorio pareggio, una rete a cui fa subito seguito il prima vantaggio ospite della partita siglato da capitan Ortuso in contropiede. Gli Azzurri impiegano pochissimi secondi a reagire con Giuseppe Fanelli che di giustezza fa 3-3. A questo punto la gara entra nella sua fase clou e sono i foggiani farsi trovare più pronti. Natalino su punizione e il solito Castriotta a due passi dalla porta portano il punteggio sul momentaneo 3-5 con Giuseppe Fanelli che, manco a dirlo, cerca di fa riemergere i suoi con la zampata del 4-5. Al suono della sirena mancano pochi minuti, ma tanto basta per l’espulsione rimediata da Stefano Colapietro e, soprattutto, per il rigore fallito da Giuseppe Fanelli a quindici secondi dal termine. Finisce, dunque, 5-4 per il Monte Sant’Angelo con il Conversano che rimedia la prima sconfitta casalinga della stagione dopo un bottino di 6 successi tra campionato e Coppa.