Conversano. Il gruppo Politico “Valore Futuro” propone un regolamento per la realizzazione di eventi in città.

Un regolamento per gli eventi a Conversano

La proposta di Valore Futuro per elevare la qualità delle manifestazioni e per valorizzare la meritocrazia.

Stop alla distribuzione a pioggia dei contributi per gli eventi e via libera ad un metodo più meritocratico.

Questo è il cuore della proposta che Valore Futuro ha protocollato il 12 dicembre e che ha come titolo “Regolamento Comunale per l’erogazione dei contributi per attività culturali, spettacoli, promozione del territorio e per lo svolgimento di manifestazioni pubbliche o in luoghi pubblici a carattere temporaneo”.

 L’obiettivo è quello di elevare la proposta delle manifestazioni nel nostro territorio al fine di divenire più appetibili dal punto di vista turistico e comunale. Inoltre permetterebbe al Comune di contribuire in maniera importante alla buona riuscita degli eventi, slegandoli dalle logiche di nepotismo o di appartenenza politica (fenomeno che denunciamo in grande crescita).

Questa bozza di regolamento vuole essere uno stimolo e uno spunto di riflessione da condividere con gli addetti ai lavori e con tutti i cittadini.

L’idea nasce dall’aver riscontrato l’esigenza di regolamentare tutte le manifestazioni pubbliche organizzate sul territorio della Città di Conversano attraverso criteri oggettivi e ben definiti che assicurino la qualità e l’equilibrio tra le iniziative svolte.

Tra i passaggi fondamentali della proposta vi sono l’istituzione di una commissione di valutazione delle proposte di manifestazione, i criteri di valutazione e le modalità di erogazione dei contributi.

La commissione, fatta da componenti esterni, sarà individuata da un albo di esperti dotati di comprovata competenza ed esperienza specifica nel settore. Nello specifico dovrà valutare le proposte secondo principi di originalità, innovazione e creatività, qualità dei contenuti artistici e culturali, capacità di impiegare linguaggi artistici diversi e contaminarli tra loro. Tra i valori non dovranno mancare la coerenza del progetto sia nella parte progettuale che in quella economico-finanziaria.

Infine il contributo verrebbe erogato entro massimo 60 giorni dalla presentazione della relazione consuntiva del progetto.

Tania Fanigliuolo

Ilaria Di Palma

Andrea Colapinto