Flex Robotic System  Chirurgia robotizzata all'ospedale Di Miccoli di Barletta
Home / sanità e welfare / Flex Robotic System  Chirurgia robotizzata all’ospedale Di Miccoli di Barletta

Flex Robotic System  Chirurgia robotizzata all’ospedale Di Miccoli di Barletta

IN PUGLIA IL PRIMO SISTEMA ROBOTICO IN ITALIA PER INTERVENTI CHIRURGICI DI PRECISIONE DI NATURA ONCOLOGICA IN OTORINO LARINGOIATRIA

Si chiama Flex Robotic System, è il primo sistema robotico flessibile del suo genere utilizzato in Puglia e consente accesso e visualizzazione di aree anatomiche nascoste e difficili da raggiungere.  In dotazione presso l’Unità operativa di Otorinolaringoiatra dell’ospedale Dimiccoli di Barletta, diretta dal dottor Michele Barbara, il sistema robotizzato è stato già utilizzato per effettuare cinque interventi chirurgici di rimozione di neoplasie della bocca e della faringe.   Il Flex Robotic System è realizzato dalla Medrobotic Corporation di Boston e ha un costo complessivo di 1milione e 500mila euro. La tecnologia, inventata nel laboratorio di robotica dell’Università Carnegie Mellon di Pittsburgh, è stata utilizzata in origine per la ricerca e il salvataggio di persone intrappolate e si è evoluta in chirurgia di precisione. A differenza dei robot tradizionali che prevedono utilizzo di strumenti rigidi, il Flex Robotic System proprio perché estremamente flessibile, consente di raggiungere aree anatomiche nascoste, difficili da visualizzare e da trattare, attraverso le vie naturali come la bocca. I vantaggi per il paziente sono evidenti e notevoli: non solo l’uso di questo sistema robotizzato consente interventi di chirurgia conservativa, ma facilita anche il recupero post operatorio.    Il braccio robotico flessibile, che diventa una vera e propria estensione degli occhi e delle mani del chirurgo, ha un estensione massima di 20 centimetri, ha la grandezza di una moneta, termina con una telecamera 3D che da una visione diretta e completa dell’area da operare e trasporta strumenti flessibili miniaturizzati di 2 millemetri manovrati direttamente dall’operatore.  Facilmente trasportabile da una sala operatoria all’altra, il FlexRobotic System consente anche al chirurgo di operare vicino al letto del paziente e poiché è dotato di un monitor 3D permette la visualizzazione dell’intervento a tutta l’equipe chirurgica.

 

 

Check Also

Grottaglie, tante attività didattiche e formative pensate per i più piccoli La Terra incontra i bambini: una notte Bianca nella Città della Ceramica

Dal Convento dei Cappuccini fino al centro storico con una mega sfilata. Cantastorie, trampolieri, vasai, …

Conversano. Presentata la squadra di governo della coalizione civica di Pasquale Loiacono – confermate le indiscrezioni dei giorni scorsi sui nomi dei componenti

Comunicato Stampa E’ nata ufficialmente oggi la Giunta Loiacono. Questa mattina il sindaco di Conversano …

APPELLO DI HELEN MIRREN PER GLI ULIVI PUGLIESI “TUTTI INSIEME PER DEBELLARE QUESTA CATASTROFE”  

Ieri sera presso il Rettorato dell’Università del Salento la consegna del riconoscimento. Marco Masini infiamma la …

“PortaGrande in Festival”: terza settimana fra sport e musica In piazza Garibaldi lo SportInGrande SideOut. In largo Porta Grande musica e danza

Dopo il successo delle prime due settimane, proseguono gli eventi   Dopo le prime due …

La UILA: i Voucher strumento senza tutele per i lavoratori agricoli. Per i lavoratori occasionali gli strumenti esistono già

 “Siamo fiduciosi nell’attenzione dei parlamentari”, afferma Pietro Buongiorno, segretario della Uila-Uil Territoriale di Bari: “abbiamo …