Flex Robotic System  Chirurgia robotizzata all'ospedale Di Miccoli di Barletta
Home / sanità e welfare / Flex Robotic System  Chirurgia robotizzata all’ospedale Di Miccoli di Barletta

Flex Robotic System  Chirurgia robotizzata all’ospedale Di Miccoli di Barletta

IN PUGLIA IL PRIMO SISTEMA ROBOTICO IN ITALIA PER INTERVENTI CHIRURGICI DI PRECISIONE DI NATURA ONCOLOGICA IN OTORINO LARINGOIATRIA

Si chiama Flex Robotic System, è il primo sistema robotico flessibile del suo genere utilizzato in Puglia e consente accesso e visualizzazione di aree anatomiche nascoste e difficili da raggiungere.  In dotazione presso l’Unità operativa di Otorinolaringoiatra dell’ospedale Dimiccoli di Barletta, diretta dal dottor Michele Barbara, il sistema robotizzato è stato già utilizzato per effettuare cinque interventi chirurgici di rimozione di neoplasie della bocca e della faringe.   Il Flex Robotic System è realizzato dalla Medrobotic Corporation di Boston e ha un costo complessivo di 1milione e 500mila euro. La tecnologia, inventata nel laboratorio di robotica dell’Università Carnegie Mellon di Pittsburgh, è stata utilizzata in origine per la ricerca e il salvataggio di persone intrappolate e si è evoluta in chirurgia di precisione. A differenza dei robot tradizionali che prevedono utilizzo di strumenti rigidi, il Flex Robotic System proprio perché estremamente flessibile, consente di raggiungere aree anatomiche nascoste, difficili da visualizzare e da trattare, attraverso le vie naturali come la bocca. I vantaggi per il paziente sono evidenti e notevoli: non solo l’uso di questo sistema robotizzato consente interventi di chirurgia conservativa, ma facilita anche il recupero post operatorio.    Il braccio robotico flessibile, che diventa una vera e propria estensione degli occhi e delle mani del chirurgo, ha un estensione massima di 20 centimetri, ha la grandezza di una moneta, termina con una telecamera 3D che da una visione diretta e completa dell’area da operare e trasporta strumenti flessibili miniaturizzati di 2 millemetri manovrati direttamente dall’operatore.  Facilmente trasportabile da una sala operatoria all’altra, il FlexRobotic System consente anche al chirurgo di operare vicino al letto del paziente e poiché è dotato di un monitor 3D permette la visualizzazione dell’intervento a tutta l’equipe chirurgica.

 

 

Check Also

la rassegna degli “Incontri d’Autore” prosegue con il vice direttore ed editorialista del Corriere della Sera Antonio Polito

La rassegna degli “Incontri d’Autore” prosegue con il vice direttore ed editorialista del Corriere della …

DAI LAGHI ALLA COSTA. QUALE FUTURO PER LA PROTEZIONE DEL TERRITORIO

Il movimento cinquestelle sez. di Conversano Sabato 19 maggio 2018 alle ore 18.00 nella sala …

«Il primo amore  non si scorda mai» Latte e derivati: prodotti … in salute!  

“Latte nelle scuole” fa tappa a Bari venerdì 18 maggio con un convegno in Camera di …

Castellana Grotte. “tutela e benessere animale” e “promozione del turismo animalista”.

Approvata all’unanimità dal Consiglio Comunale l’innovativa mozione in materia di “tutela e benessere animale” e “promozione …

La giunta Regionale determina il calendario del nuovo anno scolastico

Ecco  il calendario del  prossimo anno scolastico Il prossimo anno scolastico  comincerà giovedì 20 settembre …