“I FANOVE” DI CASTELLANA GROTTE: PRESENTAZIONE IN PRESIDENZA GIOVEDI’ 9 CON ASSESSORE CAPONE

Giovedì 9 gennaio, alle ore 10.00, nella sala stampa della Presidenza della Regione Puglia – Lungomare Nazario Sauro, 33 a Bari – si terrà la conferenza stampa di presentazione della manifestazione I Fanóve di Castellana Grotte, celebrazione in onore di Maria Santissima della Vetrana nel 329° anniversario della miracolosa liberazione dalla peste del popolo castellanese.

Alla conferenza stampa interverranno l’assessore regionale all’Industria Turistica e Culturale Loredana Capone, Aldo Patruno, Direttore del Dipartimento Turismo ed Economia della Cultura e Valorizzazione del Territorio, Giuseppe D’Urso, Presidente del Teatro Pubblico Pugliese e Francesco Rizzi, Presidente del Comitato Feste Patronali di Castellana Grotte. In rappresentanza del comune di Castellana Grotte parteciperanno il Sindaco Francesco de Ruvo e l’assessore alla Cultura Vanni Sansonetti.

 

La manifestazione, come da tradizione, si svolgerà la sera dell’11 gennaio a partire dalla 19.00.

“I Fanóve” sono enormi cataste di legna che ardono in tutta la Città per ricordare la liberazione dalla peste bubbonica che, secondo i fedeli, è stata accordata dalla Madonna della Vetrana nel 1691. La caratteristica che rende unica la manifestazione è la grande diffusione nel territorio dei falò, quasi cento, dislocati in tutta la città, dal centro abitato alla più lontana contrada. Una rievocazione storica che è chiara espressione dello stretto sentimento di devozione che lega Castellana alla sua Patrona e che si inserisce perfettamente nei termini della legge regionale 1 del 2018 che interviene proprio per la valorizzazione dei rituali festivi legati al fuoco. Oggi, grazie all’intervento della Regione Puglia, “I Fanóve” di Castellana Grotte, la “Focara” di Novoli e le “Fracchie” di San Marco in Lamis sono in procinto di entrare nella “Rete dei fuochi di Puglia”.

Castellana, conosciuta in tutto il mondo come la città delle grotte, si propone anche con questa iniziativa come attrattore culturale, oltre che turistico, in un’ottica di destagionalizzazione attraverso l’organizzazione di eventi di grande rilevanza, primo fra tutti, per l’appunto, I Falò dell’undici gennaio che di anno in anno rafforzano il patrimonio immateriale della Città delle Grotte.

Domenica 12 gennaio, alle 8:00 diana pirotecnica della Fireworks di Martino De Carlo. Alle ore 9:00, giro per le vie cittadine della banda musicale “Vito Semeraro” di Castellana-Grotte. Alle ore 16:00, a cura dell’Amministrazione Comunale di Castellana-Grotte, con partenza da piazza Nicola e Costa, visita guidata gratuita alla scoperta della città di Castellana-Grotte. Alle ore 18:00, presso il Santuario Madonna della Vetrana, solenne celebrazione eucaristica presieduta dal m. rev. fra Alessandro Mastromatteo con la cerimonia d’offerta delle corone auree alla Vergine Maria. Alle ore 19:00, processione della venerata immagine mariana dalla sua dimora abituale alla chiesa di San Leone Magno. Immutato l’itinerario: da largo san Francesco, a via Alberobello, via Selva di Fasano, sosta in largo Gravinella per la consegna delle chiavi della Città, viale Virgilio, via 3 novembre, corso Italia, piazza Nicola e Costa, via N. de Bellis, via Bovio, piazza Garibaldi, piazza della Repubblica, via Trento, largo san Leone Magno. Servizio musicale della Banda “Vito Semeraro” di Castellana-Grotte diretta dal m° Carlo Maria Clemente. Fantasia pirotecnica della Fireworks di Martino De Carlo.

Sabato 18 gennaio, alle ore 19:30, nella chiesa di San Leone Magno, Concerto per la Patrona della Banda “Castellana-Grotte” diretta dal m° Vito D’Elia con la Schola Cantorum “don Vincenzo Vitti” diretta da Vittorio Petruzzi.

Domenica 19 gennaio, alle ore 8:00, diana pirotecnica della Fireworks di Martino De Carlo di Gioia del Colle. Alle ore 9:00 giro per le vie cittadine della Banda “Castellana-Grotte” diretta dal m° Vito D’Elia, alle ore 10:30 solenne celebrazione eucaristica nella chiesa di San Leone Magno presieduta dall’arciabate di Montecassino, segretario della Commissione episcopale per la liturgia Donato Ogliari, animazione della Schola Cantorum “don Vincenzo Vitti” diretta da Vittorio Petruzzi. Alle ore 11:45, processione di rientro della venerata immagine di Maria Santissima della Vetrana dalla chiesa di San Leone Magno al Santuario Madonna della Vetrana. Consueto l’itinerario: da largo san Leone Magno, a via Trento, piazza della Repubblica, piazza Garibaldi, via Bovio, via N. de Bellis, piazza Nicola e Costa, via R. Netti, via dell’Unità, largo Porta Grande, piazza Caduti Castellanesi, via Selva di Fasano, via Alberobello, largo San Francesco, Santuario Madonna della Vetrana. Servizio musicale della Banda “Castellana-Grotte” diretta dal m° Vito D’Elia, fantasia pirotecnica della Fireworks di Martino De Carlo.