Il capo Dipartimento della Protezione civile Angelo Borrelli incontra i sindaci

IT-Alert, il nuovo sistema di allertamento della Protezione Civile, partirà ufficialmente in tutta Italia il 1° luglio del 2020. Lo ha annunciato a Bari, in Fiera del Levante, il Capo Dipartimento della Protezione Civile, Angelo Borrelli, intervenendo al primo raduno dei sindaci promosso dal Comitato permanente di Protezione Civile della Regione Puglia e dalla Sezione Regionale di Protezione Civile. “Siamo pronti a partire”, ha aggiunto Borrelli. “Siamo d’accordo con gli operatori della telefonia, che faranno i loro investimenti nel primo trimestre del 2020. Da aprile a giugno lo sperimenteremo e dal primo luglio del 2020 questo sistema sarà realtà. Funzionerà a diversi livelli, dal nazionale al locale. Potranno infatti utilizzarlo anche i sindaci per dare informazioni ai propri concittadini, anche ad esempio su questioni legate al traffico”. L’annuncio di Borrelli è arrivato a conclusione di un’intensa giornata di formazione per i sindaci pugliesi, durante la quale diversi tecnici hanno sviscerato una serie di temi, dalla responsabilità penale dei primi cittadini alle linee guida per la definizione dei piani di protezione civile comunali, dalla piattaforma informatica regionale alla formazione dei volontari, passando per la gestione tecnica dell’emergenza e la comunicazione alla popolazione. “La Protezione civile pugliese sta facendo passi da gigante, come il direttore Borrelli ci ha confermato. Oggi qui sono riuniti tutti i sindaci della Puglia che hanno un ruolo fondamentale, perché il primo livello della dichiarazione dello stato di emergenza è proprio quello comunale. I sindaci hanno l’obbligo di aprire degli uffici che si chiamano Coc, Centri operativi comunali, e da lì parte l’insieme delle segnalazioni che possono arrivare al livello regionale e poi addirittura allo stato di emergenza nazionale. Ringrazio tutti i volontari che in ogni Comune sono le colonne della Protezione civile regionale, senza le quali sarebbe impossibile qualunque tipo di intervento”.