Incontro con l’autore Piero Vrenna a Polignano a Mare Sabato 14 aprile Chiesa della Trinità 11r5lh5z22q4p37f6c0kbt37zbyjnt
Home / ultime notizie / Incontro con l’autore Piero Vrenna a Polignano a Mare Sabato 14 aprile Chiesa della Trinità

Incontro con l’autore Piero Vrenna a Polignano a Mare Sabato 14 aprile Chiesa della Trinità

Sabato 14 aprile alle ore 20:00, presso la Chiesa della Trinità a Polignano a Mare, si terrà la presentazione del libro CON PIERO IN MOTO PER L’ITALIA dello scrittore crotonese Piero Vrenna. Insieme all’autore interverranno Gian Piero Papasodero, compagno di viaggio e Presidente dell’Associazione Diversa-Mente, Paolo Montalbò, Responsabile dell’Unitalsi di Polignano a Mare, Doriana Stoppa, Assessore ai Servizi sociali, Lucia Brescia, Presidente dell’Associazione L’Araba Fenice, e il parroco Don Gaetano Luca. Modera l’editore Alessandro Labonia.
L’opera racconta il viaggio che Piero e il suo grande e speciale amico Gian Piero hanno fatto su Harley Davidson in giro per l’Italia, visitando alcuni tra i più importanti concessionari della casa motociclistica statunitense. Molti sono gli autori che parlano delle loro esperienze di viaggio, e tanti tra essi infarciscono le storie di situazioni narrative ad effetto, a volte poco credibili e altre opportune, per cercare di renderle interessanti e sedurre editori e lettori. Il racconto di Piero, scritto da lui con estrema semplicità per arrivare a tutti, è un percorso lineare di un viaggio in cui ogni cosa va come programmato e previsto. Ma in questo viaggio così normale vi sono degli elementi straordinari e magici: 1) Piero nel quotidiano può spostarsi solo su sedia a rotelle motorizzata, ma vive un’esistenza ricca all’insegna del “PUOI SE VUOI”; 2) mai Piero si compiange e cerca commiserazione e conforto nel suo compagno di viaggio Gian Piero e in noi lettori; 3) Piero ci insegna che cos’é la vita e come va vissuta, e ci fa capire quanto siamo deficienti nell’immaginare una pagliuzza come trave e nel vedere davanti a noi limiti ‘insormontabili’ che senza grandi sforzi supereremmo se fossimo meno stolti, autolimitati e impauriti dalla vita. Per tutto questo, il testo di Piero è toccante, educativo e da ricordare. Non ci sono aggettivi abbastanza forti e calzanti per far comprendere quanto siano speciali e puri Piero e questo racconto.
“La vita alterna momenti belli ad altri brutti. Questi ultimi umanamente fanno paura, ma ti forgiano e ti fanno divenire l’uomo che sei, dandoti la forza di non abbatterti davanti agli ostacoli che ogni giorno ti si innalzano davanti. Sono Pier Francesco Vrenna (Piero per gli amici), sono nato a Crotone nel dicembre del 1973, ma il lieto evento si è mischiato al dramma perché, per una serie di errori commessi da qualcuno dell’equipe medica, mi è stata negata la gioia di poter camminare con le mie gambe. Sono cresciuto nelle difficoltà vedendole come normalità, perché con esse ci sono nato e perché “io sono quel che penso” grazie a chi mi ha insegnato che cos’é la vita e come viverla, e allora conduco un’esistenza normale e provo gioia nelle mie giornate per quel che faccio, per l’amore che ho intorno e per i risultati che raggiungo. All’età di 5 anni uscivo per la strada sotto casa da solo con un piccolo carrettino di legno e amavo poter giocare, lanciarmi in discesa, cadere e farmi le ossa come tutti gli altri bimbi del mio rione. Crescendo ho subito numerosi interventi chirurgici, ma stando negli ospedali al fianco di ragazzini più gravi di me o, peggio ancora, bimbi colpiti da tumori di vario tipo, in quei momenti bui, pur nelle mie condizioni, capivo quanto fossi fortunato. Proprio a causa di un tumore, a 19 anni persi mio padre; però la sofferenza non mi indusse ad abbattermi, anzi mi spinse a divenire velocemente un uomo, e più determinato. Sono riuscito a diplomarmi e a prendere due lauree; la prima in Scienze della mediazione linguistica e la seconda in Scienze politiche e relazioni internazionali. Ho raggiunto gli obiettivi che mi ero prefisso, perché se si crede in quel che si fa nulla è impossibile. In questo mio tour in Harley, ogni volta che salivo in moto provavo quel bel senso di
libertà che mi emozionava e amavo da piccolo tutte le volte che mi lanciavo col mio carrettino di legno dalla discesa del mio quartiere.”
Alle 23:00 l’autore sarà ospite del ristorante – pizzeria “Terre di Puglia”, in Piazzale Franco Anelli a Castellana Grotte, e chi vorrà raggiungerlo potrà conoscerlo personalmente e avere una copia autografata dell’opera.
Ufficio Stampa CSA Editrice

Check Also

INAUGURATA A LATERZA UNA SALA DEDICATA A SALVATORE NEGRO

  L’assessore regionale al Welfare Salvatore Ruggeri ha inaugurato questa mattina, a Laterza (Ta), la …

Altro semaforo rosso per l’amm.ne Loiacono – ulteriore notifica della Corte dei Conti per chiarimenti relativi ai bilanci 2014/17

Comunicato stampa del Sindaco Avv. Pasquale Loiacono Dopo le richieste del Ministero dell’Economia e delle …

Confprofessioni sigla Protocollo d’Intesa con USR Puglia  

  Il presidente di Confprofessioni Puglia, Roberto Maffei, e il direttore generale dell’Ufficio Scolastico Regionale …

“L’eterno conflitto fra il diritto di informazione e il diritto alla privacy”.

CONVERSANO (BA) Venerdì 12 ottobre sala conferenze del Castello Aragonese. Incontro formativo organizzato dall’Associazione Culturale  …

DUC Conversano, il 18 ottobre una conferenza programmatica per i momenti di formazione e animazione per i commercianti.

DUC Conversano, il 18 ottobre una conferenza programmatica per i momenti di formazione e animazione …

11r5lh5z22q4p37f6c0kbt37zbyjnt