La grotta di Sant’Oronzo in Turi Storia, geologia, Arte e Fede

Domenica 22 settembre ore 17.00-20.30, presso la Chiesa di Sant’Oronzo,  sottostante Grotta Carsica, in Turi, con il Patrocinio del Comune di Turi (Ba) e in partnership Sezione locale A.N.B. “A. Pedrizzi”, dopo la cerimonia d’apertura con il saluto alle bandiere e lettura del Preambolo Atto Costitutivo UNESCO e la presentazione GEP 2019 a cura del presidente Club per l’UNESCO di Bisceglie, Pina Catino, interverranno il Sindaco dott.ssa Ippolita Resta, l’Ass. alla Cultura e Turismo dott.ssa Teresa De Carolis, il Presidente Ass. Naz. Bersaglieri “ Pedrizzi” Turi, dott. Francesco Tria, il Presidente Ordine dei Geologi della Puglia geol. Salvatore Valletta, il Presidente Nazionale SIGEA geol. Antonello Fiore, il Presidente AISM Bari dott. Domenico Campana. Relatore geol. Fabio Luparelli.

Per la Mostra d’Arte espongono gli artisti: sez. pittura – Assunta Fino, Luigi Manghisi, Piero Giannini; fotografia – Fabio Zita; sez. scultura – Daniela Angelillo, Fabio Basile, Giacomo Stefano, Nello Miale; interviene il poeta Giuseppe Rossini (AISM Bari). Canti e versi in dialetto turese saranno a cura del poeta Pasquale Del Re, mentre la parte musicale affidata al M° Andrea Lenato conaccompagnamento del coro ass. Culturale “I Discjadiscè”. A seguire, la visita alla Grotta carsica sede di culto del Santo Oronzo con il responsabile ANB “Pedrizzi” di Turi dott. Alberto Lenato.

Il Patrimonio europeo di arte e intrattenimento si è trasformato nel corso dei secoli insieme ai suoi creatori e ammiratori e ha dato forma all’identità culturale comune. Le Giornate europee del patrimonio 2019 celebrano questo potente aspetto del patrimonio culturale invitando i Paesi a condividere le diverse tradizioni culturali.

Le Giornate europee del patrimonio, organizzate nei 50 Stati firmatari della Convenzione culturale europea, evidenziano la diversità di competenze, tradizioni, stili architettonici e opere d’arte che costituiscono il patrimonio comune europeo. Lanciati dal Consiglio d’Europa nel 1985 in Francia, queste giornate sono organizzate dal 1999 come iniziativa congiunta della Commissione europea e del Consiglio d’Europa. Le Giornate europee del Patrimonio sono progettate per aiutare a scoprire una vasta gamma di risorse culturali attraverso una serie di eventi tematici per pubblicizzare storie e luoghi meno noti che hanno contribuito a plasmare la cultura e il patrimonio dell’Europa.