La Puglia ospita operatori stranieri interessati ai settori dell’economia del mare

views
0

Il 16, 17 e 18 luglio a Giovinazzo (BA) il secondo meeting del progetto Blue_Boost, di cui la Regione Puglia è partner, e visite di operatori stranieri presso realtà pugliesi nel settore dell’acquacoltura La Puglia ospita il secondo meeting tra i partner di Blue_Boost, il progetto europeo di cui la Regione Puglia è partner e per il quale ARTI – Agenzia Regionale per la Tecnologia e l’Innovazione fornisce assistenza tecnica, che mira ad accrescere il potenziale di innovazione  dei settori tradizionali e di quelli emergenti della Blue Growth nella regione adriatico-ionica. Il 16, 17 e 18 luglio i 7 partner provenienti da quattro diverse nazioni (Italia, Grecia, Albania e Croazia), ovvero la Camera croata per l’economia, l’Università di Camerino, la Camera per il commercio e l’industria di Salonicco, l’Iniziativa centro europea, il Fondo di sviluppo Albanese, il Parco scientifico di Patrasso e la Regione Puglia, si incontrano a Giovinazzo (BA), presso la Vedetta sul Mediterraneo, per discutere delle modalità di attuazione delle attività del progetto. Tra le principali azioni, il progetto prevede attività di formazione innovative e interattive, tra cui laboratori, workshop e hackathon, per accrescere il potenziale di innovazione di pmi e startup nei settori dell’economia del mare e l’erogazione di voucher per supportare la realizzazione di progetti per l’innovazione nelle imprese. Previste, inoltre, iniziative di “apprendimento sul campo”, cioè scambi di visite presso strutture innovative, casi di successo e iniziative di cooperazione pubblico-privata nei settori dell’economia del mare.Pertanto, in occasione del meeting di progetto, operatori esteri selezionati dai partner visiteranno due realtà in Puglia impegnate nel settore dell’acquacoltura: il 17 luglio saranno ospitati dal Consorzio Gargano Pesca a Manfredonia (FG), composto da diverse imprese che operano nel settore dell’acquacoltura, e visiteranno le strutture di Tortuga Srl e Algesiro Srl; il 18 luglio sarà la volta di COISPA, la Stazione sperimentale per lo studio delle risorse del mare a Torre a Mare (BA) che, attraverso il laboratorio di acquacoltura sperimentale, svolge attività di ricerca per lo sviluppo di modelli di acquacoltura sostenibile, di acquacoltura biologica e per la conservazione di organismi acquatici a rischio. Il progetto Blue_Boost è finanziato nell’ambito del programma europeo Interreg ADRION e il suo periodo di attuazione va dal 1° gennaio 2018 al 31 ottobre 2019.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.