L’ASSESSORA LOREDANA CAPONE FIRMA ACCORDO CON PROVINCIA BRINDISI SU MUSEI BIBLIOTECHE E PINACOTECHE | Webtvpuglia

L’ASSESSORA LOREDANA CAPONE FIRMA ACCORDO CON PROVINCIA BRINDISI SU MUSEI BIBLIOTECHE E PINACOTECHE

Siglata tra Regione Puglia e Provincia di Brindisi la convenzione relativa al riordino delle funzioni in materia di valorizzazione dei beni culturali e in materia di musei, biblioteche e pinacoteche.

L’accordo è stato sottoscritto, alla presenza dell’Assessore all’Industria turistica e culturale della Regione Puglia, Loredana Capone, tra Aldo Patruno, Direttore del Dipartimento Cultura e Turismo della Regione Puglia, Mario Lerario Dirigente della Sezione Provveditorato Economato, Fernanda Prete, dirigente al Patrimonio della Provincia di Brindisi.

Con la firma della convenzione la Regione Puglia, che già aveva assorbito i 24 dipendenti della Provincia di Brindisi addetti alla biblioteca provinciale, assume la gestione della Biblioteca Provinciale e del Museo Archeologico Pasquale Ribezzo, punto di riferimento per l’archeologia locale. L’accordo, che istituisce il Polo Biblio Museale della Provincia di Brindisi affidato alla direzione di Emilia Mannozzi, sancisce di fatto la nuova vita di due contenitori strategici per la città di Brindisi altrimenti condannati al degrado dopo la Riforma introdotta dalla Legge Del Rio. L’obiettivo comune di Regione e Comune è, infatti, mettere in sicurezza le istituzioni culturali per renderle fruibili e valorizzare l’enorme patrimonio custodito. Così Brindisi riavrà la sua biblioteca e il suo Museo e la comunità brindisina potrà finalmente ritrovare un’identità che rischiava di essere smarrita e che, invece, oggi, trova rilancio e diventa forza attrattiva per cittadini e turisti.

“La firma della convenzione con Brindisi, dopo quella di Foggia, – ha detto Loredana Capone – fa compiere un ulteriore passo al processo di riforma del sistema dei Musei e delle Biblioteche che appartenevano alle Province. Va dato atto dell’impegno con cui le strutture delle Province e della Regione, i sindacati, l’ANCI, hanno lavorato insieme per raggiungere questo risultato che assicura un futuro agli operatori e pone le basi per una seria strategia di valorizzazione dei luoghi e delle istituzioni della cultura. Non riesco a nascondere, al contempo, il disagio per la mancata firma, ad oggi, della convenzione con la Provincia di Lecce”.

“Un importante punto di partenza – ha aggiunto il Presidente della Provincia di Brindisi Maurizio Bruno – per il rilancio e la valorizzazione di questi due contenitori culturali. L’auspicio è che siano restituiti, soprattutto la biblioteca, immediatamente alla fruibilità della collettività Brindisina che ha sete di cultura e ha dimostrato grandi potenzialità di sviluppo turistico”.rma l’acordo

FIRMA ACCORDO CON PROVINCIA BRINDISI MUSEI BIBLIOTECHE E PINACOTECHE

 

Siglata tra Regione Puglia e Provincia di Brindisi la convenzione relativa al riordino delle funzioni in materia di valorizzazione dei beni culturali e in materia di musei, biblioteche e pinacoteche.

L’accordo è stato sottoscritto, alla presenza dell’Assessore all’Industria turistica e culturale della Regione Puglia, Loredana Capone, tra Aldo Patruno, Direttore del Dipartimento Cultura e Turismo della Regione Puglia, Mario Lerario Dirigente della Sezione Provveditorato Economato, Fernanda Prete, dirigente al Patrimonio della Provincia di Brindisi.

Con la firma della convenzione la Regione Puglia, che già aveva assorbito i 24 dipendenti della Provincia di Brindisi addetti alla biblioteca provinciale, assume la gestione della Biblioteca Provinciale e del Museo Archeologico Pasquale Ribezzo, punto di riferimento per l’archeologia locale. L’accordo, che istituisce il Polo Biblio Museale della Provincia di Brindisi affidato alla direzione di Emilia Mannozzi, sancisce di fatto la nuova vita di due contenitori strategici per la città di Brindisi altrimenti condannati al degrado dopo la Riforma introdotta dalla Legge Del Rio. L’obiettivo comune di Regione e Comune è, infatti, mettere in sicurezza le istituzioni culturali per renderle fruibili e valorizzare l’enorme patrimonio custodito. Così Brindisi riavrà la sua biblioteca e il suo Museo e la comunità brindisina potrà finalmente ritrovare un’identità che rischiava di essere smarrita e che, invece, oggi, trova rilancio e diventa forza attrattiva per cittadini e turisti.

“La firma della convenzione con Brindisi, dopo quella di Foggia, – ha detto Loredana Capone – fa compiere un ulteriore passo al processo di riforma del sistema dei Musei e delle Biblioteche che appartenevano alle Province. Va dato atto dell’impegno con cui le strutture delle Province e della Regione, i sindacati, l’ANCI, hanno lavorato insieme per raggiungere questo risultato che assicura un futuro agli operatori e pone le basi per una seria strategia di valorizzazione dei luoghi e delle istituzioni della cultura. Non riesco a nascondere, al contempo, il disagio per la mancata firma, ad oggi, della convenzione con la Provincia di Lecce”.

“Un importante punto di partenza – ha aggiunto il Presidente della Provincia di Brindisi Maurizio Bruno – per il rilancio e la valorizzazione di questi due contenitori culturali. L’auspicio è che siano restituiti, soprattutto la biblioteca, immediatamente alla fruibilità della collettività Brindisina che ha sete di cultura e ha dimostrato grandi potenzialità di sviluppo turistico”.

 Category: senza categoria