PSR Puglia, Emiliano e Di Gioia su raggiungimento spesa: “Una bella notizia, ma lo avevamo sostenuto già da tempo”

views
8
“La notizia più bella di oggi è avere raggiunto gli obiettivi di spesa del PSR e quindi non c’è più alcun rischio di definanziamento. Tutti la mettevano in dubbio, perché sull’agricoltura si gioca una bella fetta della prossima campagna elettorale, e immagino che i profeti di sventura si augurino che tutto vada male così, pur se gli agricoltori continuano a soffrire, loro possono ambire a vincere le elezioni”. Così il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano in occasione convegno organizzato a Bari dal titolo “Analisi, interventi, sfide per l’agroalimentare”. “È evidente la nostra soddisfazione –  ha tenuto a precisare l’assessore regionale alle Risorse agroalimentari, Leonardo di Gioia, a margine del convegno di questa mattina – per avere raggiunto l’obiettivo di spesa pubblica del Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 della Puglia così come ha dato pubblicamente oggi atto il direttore dell’organismo pagatore degli aiuti comunitari, AGEA. Lo avevamo ampiamente sostenuto da tempo e ribadito a più riprese rispondendo anche a chi denunciava la perdita di risorse comunitarie della Puglia. Ciò si è verificato con normale e fisiologica progressività perche i pagamenti sono stati fatti nei termini. Dispiace per quanti hanno polemizzato negli scorsi mesi, per fini meramente politici, quasi sperando che la Puglia perdesse risorse. E questo solo per danneggiare un’amministrazione che, invece, pur con tanti problemi, ha lavorato con grande capacità. E il risultato di questa performance affatto scontata, di cui oggi ci dà conto il direttore di AGEA, è stata raggiunta nel pieno convincimento della bontà delle azioni che abbiamo messo in essere”. “L’agricoltura, e sopratutto l’olivicoltura, in questo momento sta passando un periodo drammatico – ha aggiunto il presidente Emiliano – perché le gelate dell’anno passato hanno praticamente falcidiato la produzione e questo sta creando molti problemi. Si aggiunga la xylella e inoltre questa eccessiva litigiosità di tutte le imprese agricole sulle graduatorie del PSR che le ha inchiodate davanti ai giudici. Il 4 dicembre ci sarà la sentenza definitiva e noi ci auguriamo di riuscire a cominciare a pagare le aziende che sono in attesa del PSR, sperando anche che questa litigiosità possa terminare”. “Noi siamo per l’agricoltura pugliese – ha continuato –  e lo facciamo in modo leale, non diamo la colpa a nessuno, ma non sopportiamo che qualcuno di fronte ai problemi che ha creato in passato, cerchi di dare la colpa a chi è arrivato dopo e sta risolvendo i problemi. Se qualcuno vuole utilizzare l’agricoltura per sfidare politicamente Michele Emiliano lo può fare. Ma deve dire la verità, non può dire bugie. Ci si sfida in modo leale non utilizzando lo scontento, ma ragionando delle cose e discutendo dei fatti come sono avvenuti”. “So benissimo quanto sia stato difficile fare l’Assessore all’Agricoltura nel periodo in cui si è scoperta la xylella – concluso Emiliano – So bene che per anni non si è potuto fare niente contro la Xylella perché il Governo aveva commissariato la gestione. So anche però, e vorrei che fosse riconosciuto da tutti, che dal gennaio 2016, quando noi abbiamo preso la guida finalmente della lotta alla xylella, è cambiato tutto e abbiamo dato vita al più importante monitoraggio arboreo della storia, facendo 340.000 campioni”. Emiliano ha anche rinnovato l’appello a Governo e Parlamento a prevedere delle norme che consentano alla Regione di applicare le ordinanze di abbattimento inaudita altera parte:  “mi auguro che col Piano che tra qualche giorno il ministro Centinaio presenterà assieme alla Regione Puglia il problema sarà superato”.