Scuola “Carelli-Forlani”Progetto “Orientiamoci”

Si svolgerà la prossima settimana, tra il 19 ed il 21 Novembre, un interessante progetto destinato agli alunni delle classi terze della scuola “Carelli-Forlani” ed organizzato da quest’ultima in collaborazione con l’Istituto di istruzione secondaria superiore “Modugno – De Lilla” di Polignano e Conversano.

L’iniziativa rientra nell’ambito delle attività di orientamento, pensate per far conoscere agli studenti delle scuole medie le opportunità formative offerte dalle scuole superiori del territorio.

Ci spiega meglio di cosa si tratta il Dirigente scolastico della Carelli, prof. Adolfo Marciano, che ha ideato e organizzato il progetto:

“Il passaggio dalla scuola secondaria di primo grado a quella di secondo grado è un momento importante e delicato del percorso di crescita e maturazione di ogni adolescente e naturalmente la comunità scolastica ha il dovere di sostenere e accompagnare questo momento con tutti gli strumenti a disposizione. Tradizionalmente, anche la “Carelli- Forlani”, come molte altre scuole secondarie, prevede un calendario di iniziative di orientamento, e lo stesso avverrà quest’anno: abbiamo organizzato giornate durante le quali le scuole superiori della zona saranno ospiti nella nostra sede di via Risorgimento per illustrare i loro programmi e la loro offerta formativa a genitori e studenti, e giornate durante le quali saranno i nostri ragazzi a visitare alcune scuole del territorio.

Quest’anno, però, con “Orientiamoci”, ho immaginato qualcosa di diverso e, mi auguro, di più coinvolgente e significativo, grazie alla collaborazione della collega Margherita Manghisi, Dirigente dell’Istituto “Modugno – De Lilla”, che ha accolto con entusiasmo e sostenuto la mia proposta.

In breve: tre piccoli gruppi di studenti delle classi terze della Carelli frequenteranno tra il 19 e il 21 Novembre tre brevi stage della durata di nove ore ciascuno presso uno dei settori “professionali” della scuola ospite.

Un gruppo si recherà a Polignano per partecipare a un laboratorio di “cucina e pasticceria” nella sede “Modugno” di via Luigi Sturzo; gli altri due rimarranno a Conversano, al “De Lilla” di via Pantaleo, per un laboratorio di “fotografia e tecnica cinematografica”, che avrà come obiettivo la creazione e produzione di mini spot pubblicitari, e per un laboratorio di “sartoria”, durante il quale i ragazzi seguiranno il percorso di produzione di un capo d’abbigliamento dalla progettazione alla confezione.

Gli studenti, che hanno aderito volontariamente all’iniziativa, saranno ovviamente accompagnati da insegnanti della Carelli e seguiti in loco da professori del “Modugno”. A questo proposito, tengo a sottolineare la grande dedizione e professionalità con la quale ha seguito gli aspetti tecnico organizzativi e logistici del progetto la Professoressa Maria Tigre, mia validissima collaboratrice e Referente della Carelli per le iniziative di orientamento.

Tornando al merito dell’iniziativa, lo scopo che con essa mi sono prefisso è quello di avvicinare gli studenti alla conoscenza concreta, per quanto possibile in un tempo così breve, di alcuni settori professionali.

 Mi auguro inoltre che questo progetto possa dar modo ai ragazzi di cominciare a scoprire se stessi, le proprie inclinazioni e i propri talenti, ma anche la realtà effettiva delle attività e dei metodi di insegnamento con i quali dovranno confrontarsi fra pochi mesi, quando si iscriveranno ad un istituto superiore.

E per ottenere questi risultati non credo ci sia nulla di più efficace e più coinvolgente che un’esperienza di full immersion sul campo.