Un’iniziativa del Comitato per l’Imprenditoria Femminile Presentato il progetto di formazione “Hai un’idea” per le aspirante imprenditrici

Angela Partipilo, segretario generale: “Nonostante i dati di medio periodo evidenzino un quadro economico negativo, il sistema imprenditoriale pugliese sperimenta, anno dopo anno, continui miglioramenti e fra questi ci sono le imprese femminili che hanno registrato, dal 2012 al 2017, una variazione positiva (+2,9%)”.

 Hai un’idea di impresa innovativa? Se hai più di 18 anni e operi nel territorio di competenza della Camera di Commercio di Bari c’è un progetto dedicato a te. “HAI UN’IDEA?” ” è un progetto del Comitato Imprenditoria Femminile della Camera di Commercio di Bari, finalizzato a supportare iniziative e idee ad alto potenziale innovativo sviluppate da aspiranti  imprenditrici  intraprendenti e con forte vocazione al mercato. Le idee progettuali, non ancora strutturate in impresa, saranno guidate nei primi passi operativi, attraverso un percorso di formazione concordata, che renda queste PMI pronte ad incontrare il mondo degli investitori o a interfacciarsi con aziende più grandi. “HAI UN’IDEA?” è stato presentato stamani in un incontro con la stampa e con le categorie economiche, alla presenza di Patrizia del Giudice, presidente Commissione Pari Opportunità Regione Puglia, di  Vera Guelfi, presidente Consulta Regionale Femminile e di Carla Palone, assessore allo Sviluppo Economico del Comune di Bari. Presenze che hanno sottolineato all’unisono il valore di questa iniziativa e la volontà d offrire tutto il proprio sostegno e collaborazione istituzionale per la sua migliore riuscita, attivando politiche di rete. “Nonostante i dati di medio periodo evidenzino un quadro economico negativo, il sistema imprenditoriale pugliese sperimenta, anno dopo anno, continui miglioramenti e fra questi ci sono le imprese femminili che hanno registrato, dal 2012 al 2017, una variazione positiva (+2,9%)”, ha detto Angela Partipilo, segretario generale della Camera di Commercio di Bari. “Spesso le idee e i talenti si scontrano con pastoie burocratiche di vario genere o con l’assenza di una formazione specifica. In Camera di Commercio – ha concluso –  offriamo vari servizi proprio per accelerare alcuni processi e questa iniziativa specifica si rivolge alle aspiranti imprenditrici e darà loro gli strumenti necessari, dagli aiuti finanziari al web,  per sviluppare le competenze e  trasformare un’idea in una impresa vera e propria”. E’ stata Raffaella Altamura, presidente del Comitato per l’Imprenditoria Femminile della Camera di commercio di Bari, a illustrare i contenuti dell’iniziativa che intende sostenere, in particolare,  idee per progetti di start-up che mirino alla creazione di nuove imprese attraverso la generazione di spin off  e che quindi possano aiutare anche lo sviluppo dell’impresa tradizionale. “Su oltre 380mila imprese pugliesi 87.805 sono gestite da donne, il 23% che è una percentuale al di sopra della media nazionale”, ha detto la presidentessa. “Vuol dire che operiamo su un terreno molto fertile. I progetti presentati dovranno essere caratterizzati da un significativo contenuto in termini di innovazione: il prodotto, il servizio, il processo e il modello organizzativo dovranno essere originali, riconducibili alla capacità e alle competenze delle proponenti e tentare di generare un positivo cambiamento nel sistema economico sociale locale, in termini di impatto occupazionale e/o crescita economica, diretta o indiretta, sempre in una accezione prospettica e su termini medio-lunghi”. Saranno dunque considerate con attenzione quelle idee che non solo possano auto sostenersi genericamente, ma potenzialmente possano integrarsi – pur rimanendone autonome – con l’attività di aziende dei settori produttivi caratteristici della realtà territoriale di riferimento, in una sorta di “innovazione simbiotica”.

Quattro i settori in cui è possibile presentare proposte:

  1. Food/Agricoltura;
  2. Servizi/Commercio/Artigianato;
  3. Innovazione;
  4. Turismo. 

Quattro i moduli formativi in aula, con classi composte massimo da 5 aspiranti imprenditrici.

Le potenziali beneficiarie dovranno presentare la propria candidatura inviando le domande di partecipazione esclusivamente a mezzo Posta Elettronica Certificata (PEC) all’indirizzo cciaa@ba.legalmail.camcom.it; l’oggetto della comunicazione PEC dovrà essere tassativamente “CIF BARI – HAI UN’IDEA?” seguito dal nome del progetto candidato (indicato anche nell’Allegato 1, Candidatura).

La candidatura dovrà contenere:

  • l’allegato 1, compilato e inviato in formato .doc o .docx;
  • documento di identità in corso di validità della richiedente;

E’ esclusa qualsiasi altra modalità d’invio, pena l’inammissibilità della domanda. Le domande incomplete o prive dei campi obbligatori, nonché degli allegati richiesti saranno dichiarate non ricevibili.

Il bando completo sarà pubblicato domani 23 ottobre sul sito della Camera di Commercio di Bari.

www.ba.camcom.it

Per l’ufficio stampa

Chicca Maralfa

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.