“Xylella: Gestire per non Subire” si apre uno scenario tecnologico per contrastare il batterio

“Xylella: Gestire per non Subire”, questo il titolo del convegno organizzato dall’Istituto di Ricerca “Dyrecta Lab” di Conversano in collaborazione con il Comune di Conversano e l’Università degli Studi di Bari Aldo Moro. I ‘incontro, dal carattere scientifico, formativo ed informativo, ha visto una nutrita partecipazione di “attori specializzati” nel comparto e un significativo interesse da parte dei Media del territorio. Il tema è scottante e coinvolge tutta la Puglia, sono passati ormai 5 anni dalla comparsa del batterio e il mondo della ricerca anche se apparentemente sopito, in realtà sta facendo passi significativi per creare risposte efficaci e mettere la parola fine a questo triste storia del comparto agricolo Pugliese. Studiosi e ricercatori si sono confrontati venerdì 16 novembre a Castello Marchione per fare il punto della situazione su cosa è accaduto in questi cinque anni e a che punto siamo con l’individuazione di un rimedio. A destato stupore, speranza e altissimo interesse il risultato della ricerca effettuata sul campo dall’Istituto di Ricerca “Dyrecta Lab” e presentata nel convegno dal suo Amministratore Dott. Maurizio Galiano. Una soluzione, quella prospettata dal centro ricerche che apre uno scenario inedito, tecnologico e innovativo, per far fronte all’emergenza. Altri contributi scientifici di rilievo sono stati presentati durante il corso del convegno, che, per l’occasione, è stato moderato dal Direttore del Tg Norba Dott. Vincenzo Magistà. Presenti inoltre, il Sindaco della città di Conversano Avv. Pasquale Loiacono, l’assessore alle Attività Produttive Dott. Francesco Minunni, il Prof. Franco Nigro, patologo del Dipartimento di Scienze del Suolo della Pianta e degli alimenti, che ha illustrato gli aspetti principali del batterio e dei danni che esso provoca alle piante e il Prof. Francesco Porcelli, entomologo del Dipartimento di Scienze del Suolo della Pianta e degli alimenti esperto del controllo dei vettori e delle infezioni. A Paolo Leoci, consulente agrario di campo, è spettato il compito di illustrare gli scenari delle ricadute sul comparto oleario ortofrutticolo dovute all’introduzione del patogeno ormai endemico nella nostra regione. Leonardo Capitanio, Presidente A.N.V.E. – Associazione Nazionale Vivaisti Espositori, ha cotribuito al dibattito illustrando nuove prospettive d’impresa vivaistica nelle zone delimitate. A rappresentare il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano (trattenuto da altro impegno istituzionale) c’era il Dott. Domenico Ragno, ARIF che ha illustrato le azioni di monitoraggio, contenimento ed eradicazione intraprese fino a questo momento dalla Regione Puglia.   Redazione webtvpuglia