Domani la seconda giornata di Lectorinfabula all’insegna di legalità, radici e potere, ma anche di cibo, salute e tanta tanta luna


25 settembre 2019, dalle 10 – Conversano (BA)


Continuano gli incontri della XV edizione del Festival Lectorinfabula, il festival di cultura europea organizzato dalla Fondazione “Giuseppe Di Vagno (1889-1921)” a Conversano.

 Quella di domani mercoledì 25 settembre, sarà una seconda giornata all’insegna di argomenti che toccano la quotidianità di ognuno, ma anche centrati su alcuni dei problemi che hanno segnato il nostro Paese: il terremoto e Amatrice, l’Ilva, la legalità, la salute, i diversi Governi degli ultimi anni.

Gli appuntamenti del mattino, tutti tra le 10 e le 10.15 prevedono la presentazione, in anteprima nazionale, del libro scritto da Francesco Uccello e intitolato “Lo scarabeo”. Nella sala convegni del Castello, in collaborazione con la cooperativa sociale Itaca l’autore insieme con Cinzia Catacchio, mediatrice dei conflitti e counselor, parleranno del protagonista del libro, un 13enne napoletano, i cui falsi miti si trasformano in una gabbia tanto da escluderlo da una città che vuole distaccarsi dai suoi stereotipi.

Per Lectorintavola, nella Community Library di San Benedetto “Scrivere di cibo, parlare di territori” in compagnia dell’editor Luca Iaccarino e della cronista Sonia Gioia perché anche i profumi di un piatto possono restituire uno sguardo esaudiente sulle terre in cui queste ricette nascono e si evolvono.

In collaborazione con il Festival LegalItria, invece, nella chiesa di Santa Chiara, la conversazione verserà sullo stato di legalità di questa Regione, con il sociologo e presidente della cooperativa editoriale Radici Future Leonardo Palmisano e la scrittrice Flavia Piccinni. Con loro l’assessore alla cultura del Comune di Fasano Cinzia Caroli e l’assessore al Turismo del Comune di Conversano Gianluigi Rotunno.

Di palinsesti, orrori televisivi e televisione si parlerà nell’incontro con il filosofo della comunicazione Carmine Castoro, nella sala convegni di San Benedetto. “Osceno televisivo” ci mostra cosa è diventata oggi la televisione, cosa subiamo e come ci trasformiamo.

Alle 16, per Passato/Presente, nell’Emporio Gigante si parlerà dei tanti esperimenti virtuosi di cura, tutela, manutenzione, valorizzazione e gestione dei beni culturali. Ne discuteranno gli archeologi Giuliano De Felice e Christian Napolitano, il responsabile del parco rupestre Lama d’Antico Giuseppe Donvito, l’assessore ai lavori pubblici del Comune di Conversano Tania Fanigliuolo, l’assessore alla cultura del Comune di Trieste Graziamaria Starace e l’esperto GIS e archeologo Feliciano Stoico.

Alle 17 nel Giardino dei Limoni, Stefano Catucci ed Ezio Sardella parleranno dell’avventura lunare, della Luna che ha mescolato in un corto circuito Inestricabile il documento e lo spettacolo, l’evento e la sua comunicazione.

Di altri scenari si parlerà alle 18 nella Community Library con la scrittrice Elena Polidori e il regista Pippo Mezzapesa che converseranno con la giornalista Chicca Maralfa su “Amatrice non c’è più ma c’è ancora”. Più di un libro perché se un terremoto distrugge la consistenza fisica, qualcosa resta sempre nel cuore di chi non vuol soltanto ricordare ma anche sostenere la rinascita di un luogo.

Lectorintavola torna con due appuntamenti, uno alle 18.30 e l’altro alle 19.30. Il primo nella sala convegni del Castello con il capodipartimento agricoltura, alimentazione e sviluppo rurale sostenibile del CIHEAM di Bari Roberto Capone, il ricercatore IAI Daniele Fattibene e il giornalista Marco Panara,  su un diverso approccio al cibo, quello che tiene conto della responsabilità e sostenibilità.
A seguire, alle 19.30, il secondo appuntamento con il professore ordinario di medicina interna all’Università di Bari Antonio Moschetta e la giornalista Donatella Azzone. “L’intestino in testa” per spiegare le caratteristiche del nostro “secondo cervello” la cui attività ha effetti non solo sulle funzioni digestive, ma anche sulle emozioni e sul nostro comportamento.

Una grande lezione, alle 19 nel Giardino dei Limoni, quella del geografo Franco Farinelli che spiegherà al pubblico quali sono i diversi punti di vista dalla Luna e dalla Terra, e cosa accadde nel 1969 quando la Terra e la Luna diventarono, dal punto di vista del funzionamento del mondo, la stessa cosa.

Tornano anche questa edizione gli incontri organizzati in collaborazione con l’Osservatorio “Il piacere di lavorare”, alle 19.30 nella Sala convegni di San Benedetto. Un appuntamento dedicato al ricordo di Alessandro Leogrande, sull’Ilva e Taranto, sull’interazione tra città e fabbrica dove si intrecciano la storia economica e d’impresa, urbana e ambientale, politica e sociale italiana. Interverranno Salvatore Romeo autore del libro “L’Acciaio in fumo”, Rocco Palombella segretario generale UILM e l’assessore regionale allo sviluppo economico Cosimo Borraccino.

Per la Festa dei Lettori, in collaborazione con l’Associazione Presidi del Libro, Daria Colombo, il presidente dell’ANCI Antonio Decaro e la giornalista Maddalena Tulanti parleranno di “Cara Premier ti scrivo”, un libro che racconta un’Italia complessa e vitale, ferita ed esposta alle intemperie di questo tempo e alle sue trasformazioni.

La politica italiana con le sue parole d’ordine, i suoi vizi privati e le sue pubbliche virtù, sarà anche al centro dell’appuntamento delle 21 nella chiesa di Santa Chiara con il giornalista de La Repubblica Filippo Ceccarelli autore di “Invano. Il potere in Italia da De Gasperi a questi qua”, con lui il presidente dell’AICI – Associazione delle Istituzioni di Cultura italiane Valdo Spini e il direttore del TG Norba Vincenzo Magistà.

E a concludere alle 21.30, il concerto nella chiesa di San Benedetto in collaborazione con la Fondazione Paolo Grassi di Martina Franca. Un concerto a ingresso libero, ma con prenotazione obbligatoria. In programma “Galileo sulla Luna”, un notturno di musica e parole liberamente ispirato al testo teatrale “Vita di Galileo” di Bertolt Brecht. Omaggio, a cento anni dalla sua nascita, alla figura di Paolo Grassi, tra i più importanti interpreti del “lavoro culturale” in Italia. Con Marco Bellocchio, voce recitante, il soprano Lidia Fridman, Liubov Gromogaslova al pianoforte, con la regia di Michele Balistreri.

Come ogni anno spazio alle mostre curate oppure ospitate in Lectorinfabula: “LUNAPOCENE – Distruggeremo anche la Luna?” organizzata dal Centro LIBREXPRESSION della Fondazione Di Vagno, a cura di Thierry Vissol, con opere di alcuni dei più significativi illustratori del mondo della satira, e INSHALLA” di Michele Borzoni a cura di Giulia Tornari per Contrasto. Un progetto a cui Michele Borzoni ha dedicato più di tre anni del suo impegno, con viaggi mirati per ogni Paese, concentrato sulla morfologia umana e geografica del territorio, là dove il Cristianesimo ha avuto origine.

Il festival si svolge ogni anno con il patrocinio e il sostegno della Regione Puglia assessorato all’industria turistica e culturale, Commissione europea rappresentanza in Italia, Consiglio d’Europa, MIBAC – Ministero dei Beni e delle attività Culturali, CEPELL – Centro per il Libro e la Lettura, Comune di Conversano, Città Metropolitana di Bari, Co.Re.Com Puglia, AICI – Associazione delle Istituzioni di cultura italiana, Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”, Friedrich Ebert Stiftung, Banca di Credito Cooperativo di Conversano.

Con la partecipazione di Distretto produttivo Puglia creativa, Banca Etica, DUC – Distretto Urbano del Commercio di Conversano, Associazione Hamelin, IAI – Istituto Affari Internazionali, GSSI – Gran Sasso Science Institute, Itaca Cooperativa Sociale, Internazionale, Il Mulino, Associazione AGIRE in Conversano, Fondazione Paolo Grassi, Fondazione Carnevale di Putignano, Fondazione Museo Pino Pascali, Presidi del Libro.

Mediapartner: Eurozine network delle riviste di cultura europee, Rai Radio3, COPEAM, Vox Europ, MediterRadio, MarcoPolo, Confronti.

Partner Tecnici: Ferrovie del Sud Est, Conversano Urban_Art, FAU, Chiodo Fisso.

Con la collaborazione di: FNSI, Ordine dei giornalisti della Puglia, Assostampa Puglia, Rai Teche, Ordine degli architetti Provincia di Bari, Andromeda Studio d’Arte, World Humor Awards e ZONA.