Domenica a Mola di Bari MAUL l’omaggio musicale ad Enzo Del Re. Decine gli artisti in concerto

Domenica 30 giugno 2019, ore 21.00 – Lungomare Dalmazia, Mola di Bari (BA)

Molese, Anarchico, Uomo, Libero. Sono queste le quattro parole decisive che descrivono Enzo Del Re, voce dei deboli e degli operai, dei diseredati e dei lavoratori, il “cantaprotestautore” morto a Mola di Bari il 6 giugno del 2011. A lui è dedicato il concerto che domenica 30 giugno 2019, alle ore 21, si terrà sul Lungomare Dalmazia a Mola. Un omaggio che porterà sul palco artisti uniti dal talento e dalla passione per il cantastorie corpofonista di Mola.

Con la direzione artistica di Timisoara Pinto, anche autrice per la casa editrice Squi[libri] del libro “Lavorare con lentezza, Enzo Del Re il corpofonista”, ed il coordinamento generale dei lavori affidato a Luciano Perrone, “MAUL. Molese, Anarchico, Uomo, Libero” – questo il titolo della serata – coinvolgerà alcune delle novità della scena musicale italiana e tante conferme.

Ogni artista porterà in scena un proprio brano e la reinterpretazione di uno dei brani del repertorio di Enzo Del Re. Gli artisti che si esibiranno:

 Peppe Servillo debutta nella musica con gli Avion Travel nel 1980. Si muove leggero tra musica jazz e canzone d’autore, tra teatro classico e sperimentale, e sono tante le collaborazioni eccellenti che può vantare. La sua attitudine interpretativa lo ha portato più volte anche al Cinema e in Teatro con suo fratello Toni. Ha vinto i premi “Le maschere del teatro italiano” e “Ubu”.

Peppe Servillo si esibirà a Mola di Bari con Natalio Mangalavite, pianista, arrangiatore e compositore argentino di origini italiane. Ha collaborato con artisti di livello nazionale e internazionale come Fabio Concato ed Ornella Vanoni, Tosca, Javier Girotto, Peppe Servillo e Fabrizio Bosso. Lavora dal vivo con tante formazioni ed è aperto a tutte le forme musicali.

 Micol Arpa Rock è una giovane musicista, già molto conosciuta grazie alle collaborazioni in orchestre sinfoniche con direttori di fama come Riccardo Muti, artisti pop come Mika, Mario Biondi, Ron e numerose partecipazioni tv, tra cui quella al Corcertone del Primo Maggio 2019 in piazza San Giovanni a Roma. E’ una sperimentatrice e arrangiatrice di brani rock e pop per la sua arpa elettrica. Arpa Rock è una novità assoluta.

 Elena Somarè, musicista-corpofonista, è la principale interprete del fischio melodico. Tra tradizione e innovazione, la sua è una sfida che non ha precedenti. Nel suo percorso artistico Elena Somaré ha dimostrato che il fischio melodico può raggiungere i più alti livelli interpretativi, come qualsiasi altro strumento classico. La Somarè sarà accompagnata dal musicista paraguaiano Lincoln Almada all’arpa e percussioni.

 Peppe Voltarelli, cantautore e performer, fondatore e frontman de “Il Parto delle Nuvole Pesanti”, intraprende la carriera solista nel 2006. La musica di Voltarelli si muove all’interno di un immaginario che spazia tra Domenico Modugno e il teatrocanzone, senza dimenticare le radici meridionali come un modello cantastorie. Descrive il suo Sud con sguardo ironico, sospeso tra amarezza e surrealismo.

Canio Loguercio, musicista, poeta, architetto e performer. Lucano di nascita, napoletano d’adozione, ha collaborato con alcuni dei più rappresentativi poeti della scena letteraria contemporanea. Con voce sussurrata, un repertorio dolente e al tempo stesso insolente di requiem pagani, trasforma ogni suo set in teatro-canzone, confidando nel potere del gioco e dell’ironia.

Radicanto, sempre alla ricerca delle memorie musicali, il gruppo pugliese ha collaborato con alcuni dei maggiori esponenti della canzone popolare e d’autore italiana come Teresa De Sio e Raiz Mauro Pagani, Eugenio Bennato, Rita Marcotulli, Pietra Montecorvino e lo scrittore Roberto Saviano. La band ha realizzato numerose colonne sonore per il Cinema oltre a partecipare ai maggiori festival italiani ed europei.

 Vito Forthyto Quaranta, musicista jazz, chitarrista, compositore, direttore artistico di numerose manifestazioni musicali, ha suonato in tutta Italia con artisti di fama nazionale e internazionale. Due nomi per tutti: Billy Hart e Antonello Salis. Con lui, si esibiranno la cantante Marinella Dipalma e Francesco De Palma. Insieme Dipalma e De Palma suonano musica indie elettronica. Il loro ultimo disco si intitola “The crystal session”. Sul palco anche il coro “Le sedie parlanti”, composto da otto ragazzi di Mola di Bari, di età variabile dai 18 ai 25 anni. Il nome è stato scelto proprio in onore di Enzo Del Re.

 Andrea Satta con Angelo Pelini e Giorgio Maria Condemi. Andrea Satta, musicista e scrittore, è il cantante dei Têtes de Bois. Con la sua band è stato premiato con la Targa Tenco Miglior interprete nel 2002, 2007 e 2015. Da sempre si occupa di temi sociali come il lavoro, i diritti umani, la guerra. A Mola di Bari, Andrea Satta sarà accompagnato da Angelo Pelini pianista dei Tetes de Bois e da Giorgio Maria Condemi, chitarrista, che ha collaborato con Motta, Marina Rei e alcuni tra i principali esponenti della nuova scena musicale italiana.

Antonella Costanzo, cantante e musicoterapeuta, voce solista e fondatrice dell’Orchestra Bottoni (già Piccola Orchestra La Viola), ha collaborato con Daniele Sepe, Peppe Barra, Angelo Branduardi, Franco Battiato, Andrea Satta, Lino Cannavacciuolo, Teresa De Sio, Marc Perrone, Vincenzo Zitello e molti altri ancora.

Alessandro d’Alessandro, organettista e leader dell’Orchestra Bottoni, mira principalmente alla contaminazione dell’organetto con stili e armonie non solo di matrice etnica, anche attraverso l’utilizzo dell’elettronica. Ha collaborato tra gli altri, con Daniele Sepe, Sergio Cammariere, Franco Battiato e Angelo Branduardi. Nel 2017, con Canio Loguercio, ha vinto la Targa Tenco per il miglior album in dialetto.

Acquasumarte, nato nel 2007 a Monopoli, registra i primi 2 inediti nel 2010, ed il primo album nel 2011. Negli anni successivi la band partecipa a importanti festival nazionali e suona in apertura dei concerti di Brunori Sas, Nobraino, Dimartino, Roberta Carrieri. Nel 2018, esce l’album “Vivere non si può”, una fusione di diversi generi per brani con chiari riferimenti nella storia della canzone d’autore italiana.

L’omaggio a Enzo Del Re è promosso da Puglia Sounds, Comune di Mola di Bari, dalle associazioni del territorio nell’ambito della manifestazione GustiaMola e dal GAL del Sud Est Barese, ed è organizzato dall’associazione culturale ETRA E.T.S. e Libreria Culture Club Cafè. La direzione organizzativa è stata affidata a Luciano Perrone e Michele Campanella. Il coordinamento territoriale a Domenico Sparno.

 

L’ingresso al concerto è gratuito.