Vaccino Anticovid, raggiunto e superato, il milione di dosi somministrate in Puglia

Vaccini Anticovid, aggiornamento alle 18.00 di lunedì  19 aprile 2021 raggiunto il milione di dosi somministrate. La Puglia mantiene il terzo posto con il 92,5% di vaccini effettuati sulle dosi consegnate, dopo Veneto e Umbria

Le vaccinazioni già prenotate proseguono, spedite.

 

Nello specifico le dosi di vaccino anticovid somministrate sino ad oggi in Puglia sono 1.003.336 (dato aggiornato alle ore 18.00).

Nel dettaglio:

Le percentuali di persone vaccinate per fasce di età (dati aggiornati alle ore 15.30) sono:
1 dose over 80 anni Puglia al 81,4% (dato Italia: 80,6%)
2 dose over 80 anni Puglia al 48,3% (dato Italia: 39,7%).

1 dose 79 anni (Nati nel 1942)  Puglia = 66%
1 dose 78 anni (Nati nel 1943)  Puglia = 65%
1 dose 77 anni (Nati nel 1944)  Puglia = 53%
1 dose 76 anni (Nati nel 1945)  Puglia = 47%
1 dose 75 anni (Nati nel 1946)  Puglia = 44%
1 dose 74 anni (Nati nel 1948)  Puglia = 28%
1 dose 73 anni (Nati nel 1949)  Puglia = 25%

Ricordiamo che le vaccinazioni della fascia di età tra i 79 e i 60 anni continuano a pieno ritmo ed esclusivamente attraverso l’adesione alla campagna “La Puglia ti vaccina”.

Con “La Puglia ti vaccina” non occorre prenotare, basta confermare l’appuntamento già pianificato dalla Regione sulla base della data di nascita e del Comune di residenza registrati in anagrafe sanitaria. Per aderire occorrono codice fiscale, tessera sanitaria e recapito telefonico per eventuali comunicazioni da parte dell’ASL.

È possibile conoscere e confermare data e luogo del proprio appuntamento in tre modalità:

  • piattaforma lapugliativaccina.regione.puglia.itservizio online, con possibilità di stampare il promemoria e il modulo di consenso informato
  • numero verde 800.71.39.31,attivo dal lunedì al sabato dalle ore 8 alle 20
  • farmacie accreditate al servizio FarmaCUP.

  •  

    Intanto  medici dell’USCA di Molfetta danno il via all’ecografia polmonare domiciliare, effettuando l’intervento direttamente presso l’abitazione di un  paziente Covid 19. (video)
    Questo nuovo modo di eseguire gli esami ecografici è permesso da un lato dall’evoluzione tecnologica degli ecografi portatili di ultima generazione, dall’altro dalle competenze acquisite dai medici sui vari settori specifici.

Redazione Web Tv Puglia