Giovanni Impastato al Simone Morea di Conversano “Oltre i Cento Passi”

Giovedì 11 aprile 2019 ore 10,30: un giorno importante per i giovani liceali del Simone-Morea di Conversano. Un giorno in cui potranno conoscere un eroe, Peppino Impastato. E lo faranno attraverso le parole di Giovanni Impastato, nato a Cinisi nel 1953, fratello minore di Peppino, ucciso dalla mafia nel 1978. Giovanni, autore del libro “Oltre  i cento passi”, ha  raccolto l’eredità  di Peppino e  ne  porta  avanti la lotta  e   l’impegno nella sensibilizzazione e nel contrasto alla criminalità organizzata, raccontando con voce accorata e sincera il conflitto di chi ha vissuto la mafia e l’antimafia all’interno delle mura domestiche, e la battaglia nel nome della legalità e della verità. Un incontro importante per i giovani studenti, come spiega Impastato: “Le scuole sono le protagoniste di queste giornate, perché è giunto il momento di passare il testimone:oggi i giovani devono recepire in maniera positiva il messaggio di Peppino; il suo, infatti, non è solo un messaggio di lotta e rottura con la famiglia mafiosa, ma è soprattutto un messaggio educativo… Vogliamo ricordare Peppino attraverso tutte le cose che è riuscito a fare in quegli anni trasmettendo lo spirito che lo muoveva ai giovani che oggi – tra l’altro – hanno tutta una serie di strumenti che Peppino non poteva nemmeno immaginare… pensiamo a cosa avrebbe potuto fare Peppino con i mezzi di oggi! Ecco perché abbiamo la responsabilità di accompagnare i giovani e far loro toccare con mano la storia, sia quella positiva che quella negativa”. Il Liceo Simone-Morea accetta e fa propria questa missione: accompagnare i giovani alla scoperta

della storia per educarli alla legalità e alla lotta contro le mafie. L’incontro, moderato dalla dott.ssa Marilena Abbatepaolo, Dirigente Scolastica del Liceo Simone-Morea.

Marilisa Giannuzzi