Il nuovo salone della Camera di Commerciodi Bari  intitolato a San Nicola

Ambrosi: “Uno spazio di incontro per la città “indivisa”,  come San Nicola è il Santo della Chiesa indivisa”.

 E’ stato intitolato a “San Nicola” il nuovo salone  della Camera di Commercio dopo il restyling. Lo ha comunicato il presidente dell’ente Alessandro Ambrosi, scoprendo la targa, durante la tradizionale visita della statua del Santo Patrono di Bari all’ente camerale, alla presenza di Padre Giovanni Distante, Priore della Basilica, che lo ha benedetto, di numerose autorità civili e militari e dei dipendenti dello stesso ente.

«Il nuovo salone sarà uno spazio di incontro per la città “indivisa”, come San Nicola è il Santo della Chiesa indivisa, come ha ricordato Padre Distante. Uno spazio arioso, luminoso, libero e senza barriere,  che vuole identificare un luogo fisico, ma anche ideale, di incontro e scambio, in cui darsi una e più occasioni di futuro, dalla cultura all’economia, nel rispetto dei valori ecumenici. E sotto l’ala protettrice del nostro Santo Patrono, la cui effige, sospesa e illuminata dal grande lucernaio, riproduce il sigillo che l’ente ha adottato da ben 70 anni».

Nel luglio del 1949 fu la giunta guidata dal prof. Salvatore Tramonte a decidere per quel sigillo, «un’operazione non solo doverosa, ma anche beneaugurante e di buon auspicio per il futuro della città, dopo la guerra» ha aggiunto Ambrosi.

Il salone al piano terra della Camera di Commercio di Bari occupa uno spazio di circa 1000 metri quadri e  ha 130 anni di vita.

«E’ il cuore simbolico del nostro ente e con lo stesso auspicio di chi ci ha preceduto lo intitoliamo a San Nicola. Bari deve molto al mare e senza San Nicola il suo percorso storico non sarebbe stato lo stesso. Il  connubio fra il Santo e con la città ha significato molto nei secoli per la nostra comunità. Un’eredità da tramandare, come occasione di crescita e di progresso, in tutti gli ambiti».