Il TG Web TV Puglia di venerdì 21 gennaio 2022 (Agricoltura-Energia e caro bollette- Ambiente)

Avanzamento spesa PSR 2021, la Puglia terza Regione d’Italia. utilizzati quasi 200 milioni di euro,  Cambio di passo nella gestione dei fondi per l’agricoltura” lo dichiara in una nota il Consigliere Regionale presidente della quarta  commissione Agricoltura, Francesco Paolocelli.

 

Reddito Energetico, Avviso per la costituzione dell’elenco regionale degli operatori abilitati all’installazione e manutenzione degli impianti.Un passo importante per poter avviare una misura tanto attesa dai cittadini. A seguito della modifica apportata all’art. 3 comma 7 della Legge regionale n. 42/2019 con l’art 38 della Legge regionale n. 51 del 30 dicembre 2021, la Regione Puglia, spiega l’assessore allo sviluppo economico della Regione Puglia Alessandro Delli Noci, ha valutato opportuno riaprire i termini di presentazione delle istanze di candidatura per inserimento nell’ “Elenco regionale” degli operatori economici abilitati agli interventi di installazione e manutenzione degli impianti di produzione di energia elettrica e termica alimentati da fonti rinnovabili. Questa riapertura di termini lascia salva la validità delle domande presentate dagli operatori economici abilitati con il precedente “Avviso Pubblico”, tutt’ora in fase d’istruttoria, applicando agli stessi la normativa più favorevole a tale scopo, intervenuta a seguito dell’entrata in vigore della LR n. 51 del 30 dicembre 2021. Per tale ragione con apposito  provvedimento (n. 159/DIR/2022/00007 del 14/01/2022) si è provveduto ad aggiornare l’“Avviso Pubblico”.

 

Caro bollette,  dichiarazione del Consigliere Davide Bellomo (capogruppo  della Lega alla Regione Puglia)
Il consigliere Regionale sollecita il governo regionale a porre in essere  iniziative in contrasto al caro prezzi che sta per travolgere anche le famiglie e le  imprese della Regione Puglia.

 

Taranto. presentato questa mattina , il rapporto di valutazione d’impatto sanitario per gli scenari produttivi dell’acciaieria di Taranto condotto dall’Organizzazione Mondiale della Sanità  e commissionato dalla Regione Puglia. va subito detto che, il rapporto OMS per Taranto conferma l’impatto negativo dell’acciaieria sulla salute delle persone e degli abitanti della città ionica.
La presentazione odierna,  anticipa di qualche settimana la pubblicazione ufficiale del rapporto OMS, e si pone l’obiettivo. di illustrare in sintesi le conclusioni dello studio.
Nell’incontro di oggi sono state proposte ulteriori linee di studio per migliorare la comprensione degli impatti sanitari sulla salute.
Ha moderato i lavori Prisco Piscitelli, delegato del presidente per i rapporti con l’Organizzazione Mondiale della Sanità.

 

 

Redazione Web TV Puglia