Indovina chi viene a (s)cena 5 marzo – Aradeo, Teatro Domenico Modugno 6 marzo – Giovinazzo, Teatro Odeion 7 marzo – Pietramontecorvino, Teatro San Pardo

 

È la settimana del Festival di Sanremo, ma “Indovina chi viene a (s)cena”, il format ideato dal Teatro Pubblico Pugliese, in collaborazione con i Comuni del circuito, Pugliapromozione, Pugliesi nel mondo e Inchiostro di Puglia, non si ferma. Dal 5 al 7 marzo, il viaggio tra i teatri di Puglia toccherà i Comuni di Aradeo, Giovinazzo e Pietramontecorvino. Per questa settimana, gli appuntamenti saranno visibili alle 19.00 e alle 20.00 anziché alle 19.30 e alle 21.00 come nelle settimane precedenti.

Si partirà venerdì 5 marzo dal Teatro Domenico Modugno di Aradeo, si proseguirà sabato 6 marzo con i due appuntamenti dal Teatro Odeion di Giovinazzo, si concluderà domenica 7 marzo dal Teatro San Pardo di Pietramontecorvino. E per chi non si accontenta di essere un semplice spettatore ma ha voglia di mettersi alla prova prosegue sui social il gioco a indizi con Eva Kant e Diabolik pronti ad aiutare il pubblico a scoprire i misteriosi spettacoli in programma in ogni Comune e far vincere, ogni settimana, al più veloce, un biglietto valido per la Stagione Teatrale 2020/21 utilizzabile in uno dei teatri del circuito. Un gioco che prosegue anche con la newsletter del Tpp con indizi speciali solo per gli iscritti (per scoprire di più https://bit.ly/nwtpp20).

Dal 26 al 28 febbraio “Indovina chi viena a (s)cena” ha toccato tre comuni della Puglia: Galatone, Ceglie Messapica e Torremaggiore. In streaming dal Teatro Comunale di Galatone sono andati in scena la Compagnia Salvatore Della Villa e Compagnia Tarantarte. La prima ha raccontato la storia di Ercole Ugo d’Andrea, poeta originario di Galatone, l’ultimo “grande” poeta del Salento. La seconda ha portato in scena il tarantismo e quattro donne, ognuna a narrare la propria versione di sé, tra le diverse possibili.

In streaming dal Teatro Comunale di Ceglie Messapica sono andate in scena le compagnie Fondo Verri e Nasca Teatri di Terra. La Compagnia Fondo Verri ha condotto gli spettatori in un viaggio sulle tracce di “poesia”, da Dino Campana al cegliese Pietro Gatti. La Compagnia Nasca ha portato in scena la storia di Emilio Notte, pittore futurista e maestro illuminato di tante generazioni di pittori italiani del 900.  In streaming dal Teatro Rossi di Torremaggiore sono andate in scena le compagnie Teatri&Culture e Galleria Manfredi.

La Compagnia Teatri & Culture ha ripercorso la vita di don Antonio Lamedica, personaggio chiave della storia contemporanea di Torremaggiore.

L’Associazione Culturale Galleria Manfredi ha raccontato di quando a Federico II era stata predetta la morte “davanti a mura di ferro in una città dal nome di un fiore” e che per questo lui evitò sempre Firenze ma non aveva considerato il nome del suo maniero di caccia: Fiorentino, in agro di Torremaggiore.

Questi i dati delle performance teatrali dello scorso fine settimana, divisi per città: Galatone 710 biglietti, Ceglie Messapica 406 biglietti, Torremaggiore 452 biglietti.

Chi saranno i prossimi? Seguite gli indizi e giocate con noi per scoprirlo.
Seguiteci su Twitter -> https://twitter.com/StampaTpp
Siamo anche sul sito -> https://www.teatropubblicopugliese.it/indovinachivieneascena/
E sui canali social -> https://www.facebook.com/teatropubblicopugliese; https://www.instagram.com/teatropubblicopugliese/?hl=it