“L’onore e il Silenzio”

Venerdì 1 marzo nella Sala Giunta del Palazzo Comunale di Conversano,  Gianni Mattencini ha  presentato al pubblico il suo ultimo Giallo dal titolo “l’onore e il silenzio”.




Chi è Gianni Mattencini?

Lo scrittore  nato a Napoli. Ha vissuto la sua fanciullezza e l’adolescenza a Molfetta, per poi trasferirsi a Bari, dove ha frequentato l’Università fino alla nomina in magistratura, nel 1980.
Per ragioni di lavoro ha vissuto in Sardegna e a Roma. Da oltre vent’anni ha stabilito la sua residenza principale a Gioia del Colle.
 
Il dott. Gianni Mattencini ha svolto inoltre, funzioni di Pretore, Giudice istruttore Penale, Pubblico Ministero anche con competenze antimafia e per molti anni Giudice della Corte d’Appello di Bari..
Oggi presiede la terza sezione della Corte d’Assise di Bari, organo giurisdizionale competente per i reati più gravi.

“L’onore e il silenzio”
, il libro presentato a Conversano edito da Rizzoli, è un salto in un passato a tinte fosche. Calabria, 1924, prime locomotive, a significare l’arrivo del progresso anche in questo pezzo di Sud, ma per la tranquilla cittadina Borgodivalle rappresenta purtroppo, una dolorosa svolta. Il cantiere dove le maestranze  svolgono i lavori per la costruzione del treno diventa luogo di un efferato omicidio, viene ritrovato infatti il corpo senza vita dell’ingegner Alessi.
Ad indagare sul caso, vengono incaricati il Brigadiere dei Carabinieri, Maisano, con un inconfondibile tic all’occhio sinistro e il pigro appuntato Varcone. Ai due tocca il compito di avventurarsi nel terreno impervio delle colline, nascondiglio di latitanti e losche figure femminili, per seguire “la sanguinosa pista dell’onore”

 infatti il cadavere dell’ingegnere viene rinvenuto con la gola squarciata e con il pene amputato.
Era a tutti noto  nella zona che il professionista coltivava una forte passione per le donne e trascurava la moglie perbene e non proprio attraente.
Un giallo intenso e solenne in cui l’autore propone la visione di  un immaginario sobborgo dalle tinte western e dall’atmosfera sospesa, lasciando echeggiare le mille voci di un popolo, che da un lontano passato illuminano le contraddizioni del presente.

Presenti, oltre all’autore,  il Sindaco della Città di Conversano Avv. Pasquale Loiacono, Il Dott. Vito Fanizzi Magistrato Consigliere Presso la III sezione Penale della Corte D’Appello di Bari e la Dott.ssa Anna Maria Candela in rappresentanza dell’associazione Demos che ha organizzato l’evento e moderato l’incontro.
da registrare la partecipazione di
un numeroso e qualificato pubblico.

redazione webtvpuglia