CULTURA

Tornato le “Lezioni Salvemini” della Fondazione Di Vagno: tra storia e memoria l’attualità di un grande intellettuale

Martedì 22 novembre 2022, ore 11.00 – Aula “Vincenzo Starace”. Palazzo del Prete, Piazza Cesare Battisti 1, Bari L’attualità del pensiero politico di Gaetano Salvemini torna con la Fondazione “Giuseppe Di Vagno (1889-1921)” organizzatrice de le “Lezioni Salvemini” che dal 2017, grazie a un’idea dello scrittore e giornalista Alessandro Leogrande, valorizza l’attualità del pensiero di un grande studioso e intellettuale italiano del ‘900 con l’aiuto di storici, docenti e giornalisti. Martedì 22 novembre 2022, a partire dalle 11.00, nell’Aula “Vincenzo Starace del dipartimento di scienze politiche dell’Università degli Studi “Aldo Moro” in Piazza Cesare Battisti a Bari, la memoria tornerà attuale sul tema di “Gaetano Salvemini e l’Italia nuova” in un appuntamento curato dal giornalista Luigi Quaranta, anche componente del Consiglio d’Amministrazione della Fondazione Di Vagno. Attraverso le parole di studiosi, politici ed esperti, si parlerà della figura di Salvemini come punto di riferimento per filosofi e storici, ma anche del suo ruolo di osservatore della nascita dell’Italia repubblicana A parlarne, dopo i saluti del prof. Giuseppe Moro direttore del Dipartimento di Scienze Politiche, saranno Patricia Chiantera docente di Storia delle dottrine politiche all’Università di Bari, Gaetano Quagliariello docente di Storia Contemporanea all’Università Luiss “Guido Carli” di Roma, Andrea Ricciardi storico e socio della Fondazione “Ernesto Rossi e Gaetano Salvemini” di Firenze.