Azzurri Conversano, alle porte c’è la trasferta di Andria. Il segretario De Marinis: “Confido molto nel lavoro di staff tecnico e squadra”

Conversano (Ba) – Trasferta insidiosissima per gli Azzurri Conversano nella sesta giornata del campionato regionale di serie C1 di calcio a 5. La banda del presidente Mino De Girolamo, infatti, sabato pomeriggio farà visita alla Futsal Andria che in questo avvio di stagione ha già conquistato tre successi in quattro incontri disputati. Nello specifico i biancoazzurri sono reduci dalle vittorie ottenute con Futbol Cinco Bisceglie, New Team Putignano e San Ferdinando, confermando nelle ultime uscite di aver trovato una buona organizzazione di gioco dopo il passo falso di Polignano nel turno inaugurale. Gli Azzurri, invece, si approcciano alla sfida provenienti dalle sconfitte rimediate con Futsal Barletta, Castellana e Dream Team Palo anche se, soprattutto nelle ultime due uscite, gli uomini di mister Andrea Rotondo non hanno affatto demeritato come confermano le parole del segretario conversanese Pierpaolo De Marinis: “Contro il Palo del Colle ho visto una squadra compatta che non mi è parsa inferiore ad un avversario forte ed organizzato. C’è tanto rammarico per il risultato finale considerando che abbiamo subìto la rete del definitivo 3-2 ad un minuto e trenta secondi dal termine, dopo aver clamorosamente sbagliato una ghiotta occasione da gol. Per questo sono molto fiducioso in vista dell’immediato futuro anche perché confido nel lavoro dei ragazzi e soprattutto in quello di mister Rotondo e di tutto il suo staff. La gara di Andria? Sarà una battaglia. Noi siamo reduci da tre risultati negativi e vogliamo interrompere questa tendenza quanto prima. Credo nei ragazzi e nel loro spirito di sacrificio per cui mi auguro di tornare a casa con i tre punti”. Presso il palasport di Corso Germania dirigono l’incontro i sigg. Vitantonio Lillo della sezione di Brindisi e Luigi Musci della sezione di Molfetta. Fischio d’inizio alle ore 16.

Ronni Benigno

Ufficio Stampa Azzurri Conversano