Bande di giro in crisi per lo stop alle feste patronali: il punto da Loizzo

Il Covid-19 ha cancellato per mesi le feste patronali è l’intero, ampio indotto. Il problema è stato al centro di un incontro in Consiglio regionale: il presidente Mario Loizzo ha ricevuto il presidente nazionale dell’Associazione Nazionale Bande da Giro, Benedetto Grillo e il vice presidente Angelo Schirinzi. Sono state messe a fuoco le criticità che stanno penalizzando la categoria, soprattutto a causa dell’emergenza sanitaria. In realtà, si tratta di problematiche che riguardano l’intera filiera delle feste di piazza, a partire dalla feste patronali, che coinvolgono anche i giostrai, gli addetti alle luminarie, ai fuochi pirotecnici e alla ristorazione.
L’importanza delle bande da giro, soprattutto in Puglia, dove operano complessi di alto valore musicale, deve indurre le Istituzioni, le imprese, gli enti locali e i comitati, a ricercare tutte le sinergie necessarie affinchè il “mercato” delle bande, non subisca i ricatti della crisi economica e continui a mantenere quella funzione storica e culturale che costituisce una tradizione ultrasecolare per la nostra regione.
La recente costituzione della Associazione, costituisce un utile punto di partenza, che può consentire di costruire nel breve periodo un’idonea legge regionale, in grado di selezionare le bande sulla base di requisiti artistici e organizzativi di qualità.
Questo – osserva il presidente Loizzo – permetterà alla Regione di trasformare quella che oggi è una tradizione storica di grande valore ma frammentata e soggetta ai rigori della crisi economica, in un vero e proprio brand da aggiungere ai tanti altri che fanno della nostra Puglia, una delle più belle Regioni del mondo.