Lecce. Impianto sportivo di via Potenza, al via i lavori

 

Avviati questa mattina i lavori per la realizzazione dell’impianto sportivo polifunzionale in via Potenza. Il progetto, sviluppato nell’ambito del “Programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie della città di Lecce, Città ruraLe”, per un valore di 2 milioni e 900 mila euro, prevede la realizzazione di una struttura sportiva composta da 9 campi da gioco: 5 campi da tennis (di cui 2 coperti), 1 campo polifunzionale da basket e tennis, 1 campo polifunzionale da basket e pallavolo, 1 campo polifunzionale da tennis e pallavolo e 1 campo per il paddle.

Nel dettaglio, è prevista la realizzazione di:

– n. 2 campi centrali con pavimentazione in terra battuta per il gioco del tennis all’aperto, muniti di una tribuna per circa 300 spettatori ubicata sul lato ovest, recinzione perimetrale e impianto di illuminazione. Al di sotto dei gradoni della tribuna saranno ubicati i servizi igienici per il pubblico, un locale di primo soccorso e un deposito attrezzi, mentre sul lato est sarà presente un’area per il pubblico in piedi, in cui realizzare anche due spogliatoi – per n. 8 atleti – muniti di docce e servizi igienici;

– n. 1 campo con pavimentazione in terra battuta per il gioco del tennis all’aperto, dotato di recinzione perimetrale e impianto di illuminazione;

– n. 2 campi polivalenti con pavimentazione in resina acrilica, uno per il gioco del basket e la pallavolo e l’altro per il gioco del basket e del tennis all’aperto, dotati di recinzione perimetrale e sola predisposizione per l’impianto di illuminazione;

– n. 1 campo polivalente con pavimentazione in resina acrilica per il gioco del tennis e la pallavolo

all’aperto;

– n. 2 campi con pavimentazione in terra battuta per il gioco del tennis al coperto, dotati di struttura di copertura realizzata con telo impermeabile e impianto di illuminazione.

– n. 1 campo con pavimentazione in prato artificiale per il gioco del paddle all’aperto, dotato di recinzione perimetrale e impianto di illuminazione.

L’impianto sportivo prevede altresì la realizzazione di un fabbricato – Centro Servizi – che ospiterà gli spogliatoi sia per gli atleti sia per i giudici di gara con i relativi servizi igienici, un locale adibito a pronto soccorso con antistante piazzola di sosta per l’ambulanza, una sala pluriuso, un punto di ristoro dotato di cucina, dispense e servizi igienici per il personale e un blocco di bagni per il pubblico.

Tutti i campi all’aperto saranno dotati di recinzione perimetrale.

Questa importante infrastruttura sportiva – dichiara il vicesindaco e assessore ai Lavori pubblici, Alessandro Delli Noci –  rappresenta un elemento di rigenerazione urbana in un’area periferica di circa 24 mila metri quadri, oggi in completo stato di abbandono. Si tratta di un grande polo sportivo in cui praticare sport, promuovere la salute e in cui favorire l’aggregazione e la socialità. Per una città come la nostra è indispensabile avere delle infrastrutture moderne e all’avanguardia che ci consentano di ospitare competizioni nazionali e internazionali e dunque di promuovere lo sport e la nostra città”.

 

“Questo progetto – dichiara l’assessore allo Sport e all’Impiantistica sportiva, Paolo Foresio è totalmente in linea con l’obiettivo dell’Amministrazione comunale di creare delle cittadelle dello sport e di farlo abbracciando le aree più periferiche. Stiamo lavorando su tre grandi centri per lo sport e il tempo libero: il Campo Luigi Montefusco, meglio conosciuto come Campo Coni, su cui tanti interventi sono già stati effettuati, i campetti dell’antistadio dove a breve avvieremo i lavori per il tensostatico del pattinaggio e questo importante impianto polifunzionale. Tutto questo con una doppia finalità: da una parte promuovere lo sport e migliorare la qualità della vita dei cittadini, dall’altra investire su infrastrutture strategiche attorno alle quali riorganizzare e promuovere politiche di sviluppo del territorio. Lecce può e deve diventare una città dello sport capace di attrarre e ospitare grandi eventi sportivi nazionali e internazionali delle varie discipline. E per farlo abbiamo bisogno di strutture moderne e adeguate come queste su cui stiamo lavorando”.