LA GIUNTA APPROVA IL BILANCIO SOCIALE DI GENERE DELLA REGIONE PUGLIA

La Giunta regionale ha approvato il documento di bilancio sociale e di genere della Regione Puglia. Uno strumento di rendicontazione a disposizione dei cittadini, costruito attraverso un processo di partecipazione avviato nel 2019 in base alla legge regionale sulla partecipazione approvata nel 2017.

“Siamo una delle poche regioni in Italia ad avere adottato uno strumento di partecipazione finalizzato a rendere conto del proprio mandato e a valutare sulla base di un approccio scientifico l’impatto delle politiche, in una ottica di genere. – commenta il Presidente Michele Emiliano – Rendere conto del proprio operato è un obbligo che ciascuna Amministrazione pubblica è tenuta a rispettare. Grazie alla legge sulla partecipazione abbiamo compiuto un ulteriore passo rispetto alla stessa normativa nazionale, mettendo i cittadini nelle condizioni di comprendere quali obiettivi siano stati raggiunti e cosa sia stato portato a termine.”

Attraverso il Bilancio Sociale e di genere la Pubblica Amministrazione comunica in maniera trasparente e comprensibile i propri valori, i progetti, i programmi, gli interventi, gli investimenti, le azioni attuate nel corso di un determinato periodo e soprattutto gli effetti da questi generati”.

Ponendosi dunque in termini di integrazione rispetto agli altri documenti di programmazione e rendicontazione economico-finanziari, il Bilancio Sociale consente di rappresentare quanto ogni Amministrazione riesca, quantitativamente e qualitativamente, a soddisfare i bisogni pubblici delle proprie comunità di riferimento, permettendo, a chiunque ne abbia interesse, di verificare il grado di coerenza fra il programma politico e l’effettivo operato dell’Ente ed anche di misurare il valore aggiunto prodotto dallo stesso in favore dell’intera comunità.

La Regione Puglia crede molto nel Bilancio Sociale al punto di aver trasformato un dovere etico verso la collettività, in un vero e proprio obbligo giuridico. A partire dalla Legge n. 15 del 2014 ed il successivo regolamento n. 1 del 2019, la Regione ha infatti scelto di istituirlo “come strumento di conoscenza e di comunicazione” offrendo a tutti una visione incentrata sugli esiti – e talvolta anche sui futuri risvolti – delle azioni regionali prese in considerazione, così compiendo un vero e proprio passo avanti verso la trasparenza e l’informazione.

Ufficio Stampa Giunta Regione Puglia
Agierrefax

 

Con la redazione di questo Bilancio