Lecce. Laboratorio comunale per l’accessibilità, al via le attività

Questa mattina hanno preso il via le attività del Laboratorio comunale per l’Accessibilità, coordinato dalla disability manager Francesca Rossi, finalizzato alla redazione del nuovo Piano per l’Accessibilità della Città di Lecce. Ad accogliere il gruppo di lavoro, composto da tre architetti e un sociologo, che si occuperà di definire gli obiettivi e curare le modalità attuative e gli strumenti operativi del Piano per l’Accessibilità, il vicesindaco Alessandro Delli Noci e l’assessora alla Accessibilità Silvia Miglietta.

Il gruppo di lavoro è composto da competenze specializzate nelle attività di rilievo ed elaborazione grafica, programmazione e progettazione degli interventi tesi alla eliminazione delle barriere architettoniche;  nella definizione dei bisogni del territorio con particolare riferimento ai gruppi e alle categorie sociali che maggiormente subiscono la presenza di barriere fisiche, architettoniche, sociali e culturali, nonché nell’elaborazione dei dati e di strumenti informatici a supporto dell’indagine e dell’attività progettuale. Ne sono parte le architette Monica Bergicchi, Dora Uricchio, Francesca Raimondi e Giuseppe Gaballo selezionate in sinergia con il Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Firenze, il Dipartimento di Storia, Società e Studi sull’Uomo e il Dipartimento di Ingegneria dell’Innovazione dell’Università del Salento.

Il Laboratorio Comunale per l’Accessibilità (LCA) è una struttura tecnico-amministrativa che avrà sede fisica in Viale De Pietro e si occuperà nei prossimi due anni di definire, d’intesa con gli amministratori e con i portatori d’interesse, gli indirizzi culturali ed operativi del Piano per l’Accessibilità, di sovrintendere allo svolgimento delle diverse fasi operative ed attuative del Piano per l’Accessibilità, di svolgere funzioni di coordinamento e controllo in ordine alle conseguenze delle politiche attuate sul territorio comunale (edilizie, urbanistiche, inerenti i servizi alla persona, ecc.) in termini di accessibilità a edifici, spazi, beni e servizi pubblici.