Collaborazione tra Esercito e ASL Bari, Protocollo d’intesa a favore del Distaccamento Selettivo Concorsuale dell’Esercito a Bari

Collaborazione tra Esercito e ASL Bari per la prevenzione e controllo epidemiologico a favore della selezione e reclutamento degli aspiranti VFP1

Il 19 aprile a Bari, presso la storica Caserma Domenico Picca, in Piazza Luigi di Savoia 44 verrà attivato, per un periodo limitato, il Distaccamento Selettivo Concorsuale dell’Esercito Italiano, che si occuperà della selezione e del reclutamento dei candidati che, attraverso concorso pubblico, aspirano ad entrare a far parte dell’Esercito Italiano in qualità di Volontario in Ferma Prefissata di un anno (VFP1). A favore di tale attività, il Comandante Militare Esercito “Puglia”, Colonnello Donato Ninivaggi e il Direttore del Dipartimento di Prevenzione della ASL Bari, dottor Domenico Lagravinese, hanno siglato oggi un protocollo d’intesa per l’erogazione di servizi sanitari di prevenzione per il personale militare e civile. L’accordo si pone l’obiettivo di ampliare lo spettro delle procedure per il controllo epidemiologico da COVID 19, in particolare L’ASL di Bari si impegna a seguire eventuali casi sospetti che si dovessero presentare durante lo svolgimento delle attività concorsuali, attraverso la somministrazione di tamponi e in caso di positività, anche solo sospetta, l’ASL prenderà in carico i candidati per trattarli secondo i protocolli regionali e nazionali previsti. La collaborazione tra il comando Militare Esercito Puglia e il Dipartimento di Prevenzione della ASL Bari rientra nel novero delle iniziative previste dall’art. 15 della Legge 241/1990 che dà la possibilità alle Amministrazioni pubbliche di concludere accordi per disciplinare lo svolgimento di attività di interesse comune.