Il 10 settembre a Ostuni presentazione del nuovo Festival SHEROCCO con Vladimir Luxuria e Simone Alliva

“Un Festival dedicato ai diritti ed alle culture arcobaleno in Puglia al via da giugno 2022” L’idea, o meglio, la scintilla, come leggiamo sulla pagina Facebook di Sherocco, parte dal bisogno di costruire un progetto militante aperto alle collaborazioni di molti e molte, a partire da ciò che di bello, dal punto di vista artistico e di pensiero, si muove, nasce, circola, si trasferisce o semplicemente viene a farsi un giro qui, perché la Puglia è terra che attrae, terra di frontiera, ma soprattutto terra in movimento che si ridefinisce.

Motore del festival l’Associazione di Promozione Sociale Fuoriluogo composta da Francesca Vitucci, Tommi Ditano, Titti De Simone e Giulia Dalena, un gruppo transgenerazionale, attivist* del movimento LGBTQI+ con esperienze di associazionismo culturale e politico.

CI PRESENTIAMO Sherocco è un vento di libertà. Un progetto progressivo, dinamico e aperto, resistenza viva a una società che ancora pensa per stereotipi, ancora stigmatizza, esclude e discrimina le persone LGBTQI+ soprattutto nel mondo del lavoro.

Sherocco è memoria delle battaglie e delle conquiste sui diritti civili, ma soprattutto sguardo verso il futuro, alle nuove generazioni. Ci interessa costruire un percorso che alimenti reti e scambi, che connetta generazioni diverse, ci interessa costruire con le nuove soggettività ed i nuovi linguaggi del movimento LGBTQI+, ci interessa fare della Puglia un luogo sempre più accogliente, e dell’alto Salento e della Valle d’Itria un territorio sempre più dinamico e aperto.

Ci interessa costruire opportunità per fare emergere una domanda di liberazione oltre il binarismo dei generi, per contrastare stereotipi, bullismo nelle scuole e pregiudizi; vogliamo creare un luogo preciso e un’occasione ricorrente per le libertà artistiche