La Svolta: “Anche a Surbo un lenzuolo bianco alla finestra del Palazzo Comunale nella Giornata Nazionale della Legalità.”

“Domani sarà il 23 maggio e ricorrerà il 28esimo anniversario dalla strage di Capaci, in cui furono brutalmente uccisi in un attacco dinamitardo il giudice antimafia Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morbillo e gli uomini della scorta. 
La Manifestazione di quest’anno, organizzata dal Ministero dell’Istruzione, è intitolata “Il coraggio di ogni giorno” ed è dedicata all’impegno di tutti i cittadini che in questi mesi hanno operato per il bene della collettività. 
Maria Falcone, sorella del magistrato caduto per mano della mafia, ha spiegato che la scelta è ricaduta sugli eroi silenziosi di questi mesi di emergenza, che si sono messi a disposizione del Paese, mostrando un’etica del dovere che richiama uno dei più grandi insegnamenti che ci abbia lasciato Giovanni Falcone e  ha invitato a sciorinare dalle finestre e dai balconi, un lenzuolo bianco, proprio come avvenne nel 1992, quale simbolo di lotta contro tutte le mafie. A questo appello noi volgiamo rispondere, spiega Martina Gentile, La Svolta: “Anche a Surbo un lenzuolo bianco alla finestra del Palazzo Comunale nella Giornata Nazionale della Legalità.”
Pertanto, in ricordo di quel giorno, per celebrare nelle strade l’impegno di chi ha dedicato tutta la propria vita alla lotta contro le mafie e ricordare a ognuno quanto sia importante praticare ogni giorno scelte di antimafia sociale, abbiamo chiesto ai commissari prefettizi alla guida del Comune di Surbo, di aderire a quest’iniziativa , sciorinando un lenzuolo bianco dalla Casa Comunale. – prosegue Martina Gentile.  La stessa cosa chiediamo di fare a tutti i cittadini: un drappo bianco al balcone e alla finestra, in ricordo della strage di Capaci e a testimonianza dell’impegno di ciascuno nella lotta alle mafie e alla cultura mafiosa.
Un atto simbolico, ma importante e denso di significato per tutta la nostra comunità, nella Giornata Nazionale della Legalità.”