Pallacanestro. B Femminile, non basta il cuore alla NMC, Salerno vince e rimane capolista

Cuore e tanta grinta purtroppo non sono bastate ad una Nuova Matteotti Corato che si è dovuta inchinare alla capolista Salerno. 80-44 il punteggio finale di un match che è stato in equilibrio solo nei primi due quarti ma che ha poi visto le campane prendere il largo.

Troppe le assenze in casa Corato, con le ragazze di coach De Nicolo che si presentavano a referto con alcune assenze e sole 7 giocatrici e dopo una pausa dovuta al Covid di circa un mese e pochissimi allenamenti sulle gambe.

Non l’approccio ideale per un match al cospetto di una squadra imbattuta come la Todis di coach Aldo Russo, che ha sfruttato subito l’avvio del match con una partenza veloce ed aggressiva per sorprendere le coratine. Neanche un paio di minuti infatti e le campane erano già avanti 8-0 costringendo coach De Nicolo a chiamare time out. Il break finalmente faceva entrare nel match Corato, che siglava il primo punto con Pavlovic, in campo nello starting five assieme a Frattoni, Herrera, Markovic e capitan Mangione.

Da qui in poi Corato rendeva la gara equilibrata e interessante, difendendo con ordine e attaccando bene il canestro avversario. Salerno rimaneva sempre al comando della gara ma per due volte Mangione riporta quasi a contatto le sue compagne quasi nel finale di tempo (15-12).

Il quarto termina con Salerno avanti 19-14.

Avvio di secondo quarto con la Todis che allunga il divario partendo di nuovo forte. 12-3 il parziale dei primi 5 minuti che permette alle locali di balzare sul 31-17. La Matteotti con poche rotazioni e sfruttando tutte le ragazze a disposizione prova a rimanere attaccata al match ma la capolista mantiene il vantaggio e chiude avanti all’intervallo 38-24.

Al rientro in campo la musica non cambia con Salerno che sfrutta la profondità della propria panchina e la stanchezza delle coratine e controlla agevolmente la gara. Pavlovic, Gatta e Mangione provano a tenere aperto il match ma al 30′ la Todis è avanti 56-36.

Ultimo quarto valido solo per le statistiche con il match che si chiude con una tripla coratina che serve solo a fissare il finale 80-44. Una sconfitta con un margine troppo ampio per una squadra che ha dato tutto quel che poteva e si è espressa la massimo del proprio potenziale in un momento complicato della stagione.

Un plauso alle ragazze che hanno dato il massimo ed onorato il match al cospetto di una squadra forte ed attrezzata come Salerno.