Per Raffaele Fitto, è Caos ordinanze: Emiliano la smetta e faccia fare i tamponi a tutti i pugliesi che tornano dalle vacanze dall’estero.

Di seguito la dichiarazione del candidato presidente del centrodestra per la Puglia, Raffaele Fitto

“Alla vigilia di Ferragosto e quindi del periodo clou per il Turismo, o almeno quello che è riuscito a ripartire dopo il lockdown e le restrizioni, scoppia il caos ordinanze made in Emiliano.
“Incredibilmente ieri sera, 11 agosto, alle 20.22 viene annunciata dal presidente della Regione su Facebook un’ordinanza che prevede la quarantena per tutti coloro che rientrano da Grecia, Malta e Spagna che per? entra in vigore oggi (quasi per dare il tempo a qualche fedelissimo di tornare subito ed evitare controlli e quarantena! Incredibile). Dopo quasi 24 ore di vero caos, con pugliesi in vacanza che sono andanti in tilt al pensiero di tornare a casa e doverci stare dentro per 2 settimane e altri in procinto di partire che hanno assaltato le agenzie viaggi per disdire… ecco che ne viene annunciata un’altra ordinanza dove pare che basterà fare un tampone entro 48 ore dall’arrivo. Si tratta di una toppa chiaramente peggiore dell’ordinanza: e se la persona al rientro è positiva e fa il tampone alla quarantottesima ora, nel frattempo quanti altri avrà infettato? Intanto, si attivino tutte le Asl, visto che finora solo alla Asl di Bari era possibile fare il tampone, mentre per le altre province bastava la segnalazione al medico curante.

‘Insomma siamo di fronte alla ‘Settimana di Ferragosto più pazza del Mondo’ che non è il titolo di un film da ridere (magari!) ma il senso della totale disorganizzazione e inadeguatezza di chi decide della salute e delle vacanze dei pugliesi come se fossero birilli di un bowling più da abbattere che da salvaguardare! Insomma, se scappi dai Cara o Hotspot non ti succede nulla, finisci in strutture non adeguate a misure anti-Covid, senza distanziamento e se ti riesce scappi per la Puglia indisturbato… mentre se vai in vacanza a Corfù sei un untore e devi stare a casa. Assurdo.

 

 

Dona il sangue, dona EMOzioni

Dona il sangue, dona emozioniPartita la campagna della Regione Puglia per promuovere la donazione sangue. Ogni giorno molte persone hanno bisogno di sangue: trapiantati, dializzati, leucemici e microcitemici, pazienti domiciliari. E, naturalmente, ne occorre per gli interventi chirurgici di urgenza. Donare salva la vita. E non comporta rischi per sé, neanche in una fase di emergenza sanitaria.

Gepostet von Webtv Puglia am Freitag, 7. August 2020