Siglato oggi l’accordo tra la Città metropolitana di Bari e la Provincia Bat per la prosecuzione dei lavori di costruzione dell’edificio scolastico di via Morelli a Barletta

Decaro: “Un esempio di buona sinergia istituzionale che ha permesso di risolvere un problema che sembrava senza soluzione”

Questa mattina, il sindaco metropolitano, Antonio Decaro, e il vice presidente della Provincia BAT, Rosa Cascella, alla presenza del sindaco di Barletta, Cosimo Cannito, hanno siglato l’accordo che individua il percorso giuridico – amministrativo che condurrà alla realizzazione, nel territorio di Barletta, dell’edificio scolastico in via Morelli.

I lavori per la realizzazione dell’edificio, finanziati mediante contratto di leasing in costruendo deliberato dal Consiglio provinciale con atto n. 3 del 07/04/2008, erano, infatti, da anni in fase di stallo per effetto del sopravvenuto trasferimento del suolo, su cui la scuola è destinata ad insistere, nel patrimonio della provincia BAT. Il trasferimento della titolarità dell’area, infatti, aveva determinato non pochi problemi riguardo sia alla conservazione degli effetti del contratto di leasing siglato dalla Provincia di Bari con il fornitore e l’istituto finanziatore, che alla sua esecuzione.

Una situazione di stallo superata mediante un’operazione di sinergia e collaborazione fra Enti che, in uno sforzo condiviso, hanno disegnato il percorso giuridico istituzionale a tappe. Percorso che, consentendo la ripresa dei lavori, condurrà alla consegna dell’istituto scolastico alla città di Barletta.

L’accordo siglato oggi è un esempio di buona sinergia istituzionale, ma anche di una architettura amministrativa e finanziaria che siamo riusciti a mettere insieme per rimediare a un problema decennale, vale a dire il completamento dei lavori di una nuova scuola a Barletta grazie ad una soluzione tecnica condivisa – ha affermato il sindaco Decaro-. Per arrivare a questo accordo ringrazio la Direzione Generale e i Servizi competenti della Città metropolitana, l’Avvocatura, l’Edilizia e il Finanziario, e della Bat, oltre ai tecnici del Comune di Barletta che, insieme, sono riusciti a risolvere un problema che qualche anno fa sembrava irrisolvibile”.

Il cantiere riapre grazie alla donazione modale dalla Provincia Bat alla Città metropolitana dei terreni sui quali la scuola sarà edificata. La Città metropolitana, in adempimento del vincolo modale, si impegna a completare l’opera mediante lo strumento giuridico del contratto di leasing in costruendo già stipulato. L’edificio scolastico, una volta realizzato, sarà sublocato alla Provincia BAT che ne usufruirà per i propri studenti e tornerà nel patrimonio della Bat stessa mediante riscatto in esito a contratto di rent to buy.

“Devo ringraziare tutti coloro che hanno lavorato a questo risultato: il sindaco Decaro, il presidente della provincia Bat, il sindaco di Barletta e tutte le strutture tecniche degli enti coinvolti nell’individuazione di questo percorso che ci porterà a sbloccare una situazione di stallo che durava da 12 anni. In questo modo riusciamo a dare al territorio di Barletta un nuovo edificio scolastico con 30 aule e una capienza di circa 800 alunni in un momento in cui si parla tanto di carenza di strutture scolastiche – ha aggiunto il vice Presidente della Provincia BAT, Rosa Cascella.

Un ringraziamento al sindaco Decaro e al segretario generale della Città metropolitana, Donato Susca, per la competenza politica e amministrativa che ha portato alla soluzione di questo problema. La mala burocrazia– ha concluso il Sindaco di Barlettaaveva bloccato la costruzione di questa scuola. Oggi possiamo dire che hanno vinto la buona amministrazione e la buona politica”.

 

Cristiana D’Alesio