Torremaggiore, successo per Suggestioni Sub Flore Ottima partecipazione di pubblico. D’Urso: “Grande lavoro di squadra”

Si è conclusa con lo spettacolo “Harem”, di e con Carla de Girolamo, la manifestazione “Suggestioni Sub Flore…ritrovarsi a Castel Fiorentino”, promossa dall’Amministrazione Comunale di Torremaggiore in collaborazione con Teatro Pubblico Pugliese, Fondazione dei Monti Uniti di Foggia e FAI Foggia. Tre giorni di eventi che hanno permesso di riscoprire uno dei siti archeologici più suggestivi in Capitanata: Castel Fiorentino, dove visse gli ultimi suoi giorni il grande Imperatore Federico II. Ricco il programma dell’ultima giornata della rassegna culturale, iniziata con “Su per Fiorentino”: in cammino fino a cima al parco archeologico a cura delle associazioni Arcieri storici Turris Maioris e Borgo Antino, Sbandieratori e Musici Florentinum e Virtual tour a cura del Comitato “Insieme per Fiorentino”, e condito dallo spettacolo teatrale “Harem” di e con Carla De Girolamo.

Sabato 3 ottobre è stata la volta di  “Su per Fiorentino”: in cammino fino a cima al parco archeologico a cura delle associazioni Arcieri storici Turris Maioris e Borgo Antino, Sbandieratori e Musici Florentinum, seguito dal Virtual tour a cura del Comitato “Insieme per Fiorentino”, e il concerto Ludus Musicalis Federicianum con Camerata Musica Antiqua. Non è mancata la degustazione, sia sabato che domenica, dei prodotti tipici, organizzata in modalità eco sostenibile da Borgo Antico.

Il ciclo di incontri era iniziato domenica 27 settembre con le “Ipotesi di percorsi culturali per la valorizzazione di Fiorentino”, cui è seguita la performance di letture teatralizzate “Processo storico a Federico II” a cura del Centro Attività Culturali D. T. Leccisotti.

La grande partecipazione di pubblico ha confermato il successo della manifestazione, in una più ampia operazione di riqualificazione dei beni storico-archeologici che possiede la Capitanata, e in generale tutta la regione Puglia. “È stato un successo, con la partecipazione di tanta gente (moltissimi giovani), frutto di un bel lavoro di squadra che pone le basi future per fare di questo posto un luogo naturale in cui storia, cultura e comunità si incontrano”, afferma Giuseppe D’Urso, presidente del Teatro Pubblico Pugliese.

“Il forte vento non ha scoraggiato nessuno e finalmente abbiamo cominciato ad aprire a sguardi curiosi il bellissimo Castel Fiorentino. Figuranti in abiti d’epoca, bandiere e suoni di tamburo hanno accolto i visitatori catturati subito dalla particolarità del Sito”, ha commentato il sindaco di Torremaggiore, Emilio Di Pumpo.

“Siamo molto soddisfatti del risultato di questa iniziativa -ha detto il presidente della Fondazione, Aldo Ligustro-, che peraltro si colloca in un programma più ampio di attività che la Fondazione dei Monti Uniti di Foggia ha dedicato alla valorizzazione del grande patrimonio archeologico e culturale della Capitanata, come nel caso dell’anfiteatro di Lucera”.