Workshop “La mobilità che vorrei”, il 23 e 24 giugno a Bari e a Latiano

L’Associazione sportiva Dilettantistica “Sei sport” di Monopoli, con il contributo del Consiglio regionale della Puglia – Sezione Biblioteca e Comunicazione Istituzionale, promuove il progetto “La mobilità che vorrei”.
È in corso in questi giorni un workshop destinato ad oltre cento ragazzi, per condividere  e vivere le proposte di mobilità sostenibile. L’obiettivo del progetto formativo è pensare positivo dopo il lockdown ed è un’iniziativa di educazione ambientale e di utilità sociale.


La sperimentazione coinvolge minori a rischio devianza dai 10 ai 14 anni, ospiti delle cooperative sociali “Lavoriamo insieme” di Bari e “Artemide” di Latiano. Il coinvolgimento segue il “Metodo Canvas”, un percorso didattico cognitivo innovativo che favorisce utili esperienze formative. Gli adolescenti, infatti, sono stimolati ad esercitare la loro fantasia e creatività per mettere a punto proposte sull’incentivazione dell’uso di biciclette, veicoli non inquinanti e mezzi pubblici di mobilità sostenibile. Collocandosi nella fase di allentamento delle misure di contenimento della pandemia da Covid-19, l’iniziativa offre ai giovani protagonisti l’occasione di ragionare “in positivo” sulla ripartenza e di riflettere sulle “lezioni” impartite dall’emergenza sanitaria.
Il workshop si svolge in totale sicurezza per i partecipanti, in spazi autorizzati e attraverso attività di co-progettazione, indirizzate da un facilitatore. Una forma alternativa di educazione alla responsabilità e alla sostenibilità nelle scelte quotidiane. Le proposte finali saranno sintetizzate in due proposte progettuali, da sottoporre al Presidente del Consiglio regionale Mario Loizzo.