AL VIA LA IX  EDIZIONE «PREMIO PUGLIA A TAVOLA»

Si svolgerà mercoledì 16 giugno alle ore 20 presso l’Istituto Professionale «A. Perotti» di Bari in via Niceforo, 8, la nona edizione del «Premio Puglia a tavola», il Gala che premia le eccellenze pugliesi nel settore dell’enogastronomia e della ristorazione pugliese.

Organizzato dalla Fondazione Nikolaos e dall’Istituto Perotti col patrocinio di Regione Puglia, Assessorato all’Istruzione e al Diritto allo Studio della Regione Puglia, Città Metropolitana di Bari, Comune di Bari e di Confcommercio Provincia di Bari e BATl’edizione 2021 del «Premio Puglia a Tavola» sarà dedicata ai giovani professionisti pugliesi che hanno avviato in Puglia nuove start up nel food nonostante il difficile periodo di crisi dovuta alla pandemia.

Anche quest’anno il premio sarà conferito nell’ambito di una cena di gala che vedrà i migliori chef locali cimentarsi nella preparazione di numerose bontà della cucina mediterranea, utilizzando esclusivamente prodotti locali.

La città di Bari sarà, nel corso della serata, teatro dei profumi e dei sapori pugliesi, dove il prestigioso e noto chef Antonio De Rosa guiderà una squadra di altri chef qualificati, formatisi presso l’Istituto Perotti – con la loro grande passione e professionalità prepareranno e faranno degustare i piatti migliori della cucina locale a importanti personalità del mondo delle istituzioni e dell’imprenditoria locale -.

Nel corso della cena di gala, presentata dalla giornalista Patrizia Camassa, saranno consegnati i premi «Puglia a Tavola» ai personaggi dell’anno 2021 del settore della ristorazione che, con impegno e dedizione, hanno contribuito a rafforzare l’immagine del territorio, incrementandone la visibilità e la straordinaria attrattiva turistica della Puglia nonostante il periodo di emergenza sanitaria. I premi saranno offerti da «Maioliche Pugliese» di Fasano che da nove anni è partner dell’evento.

Inoltre, alla famiglia D’Agostino sarà consegnata una targa in memoria dello chef Lello D’Agostino, coordinatore capocuoco per l’Asl di Bari, scomparso a marzo del 2020.

«In un momento in cui la crisi legata al Covid-19 sembra ormai prendere il sopravvento in tutto il Paese – dichiara Vito Giordano Cardone, presidente della Fondazione Nikolaos – alcuni dei maggiori professionisti del settore si ritroveranno per lanciare un messaggio forte e positivo attraverso un grande e gioioso evento conviviale: la festa dell’enogastronomia organizzata da Fondazione Nikolaos e dall’Istituto Perotti, uniti in un partenariato in rete che prevede lo scambio di esperienze e visite finalizzate a promuovere la cucina mediterranea anche all’estero».

 «Sebbene la pandemia di Covid-19 sia ancora in corso – spiega Rosangela Colucci, dirigente scolastico dell’Istituto Perotti di Bari – siamo orgogliosi di continuare a ospitare e promuovere questo evento di alto livello, volto alla valorizzazione del territorio pugliese e delle sue eccellenze enogastronomiche. Quest’anno abbiamo voluto premiare le start-up del food e i giovani imprenditori pugliesi che, con tanta tenacia e, forse, un pizzico di incoscienza, hanno deciso di investire nel settore food nonostante il periodo di grosse difficoltà per la ristorazione».

L’edizione di quest’anno vedrà una partecipazione ridotta all’evento al fine di garantire la massima sicurezza e il distanziamento tra i partecipanti.

La Fondazione Nikolaos è da sempre impegnata nella promozione e valorizzazione delle relazioni interculturali attraverso la realizzazione di iniziative di carattere, culturale, artistica ed enogastronomica. L’IPSSAR “Perotti” è un istituto alberghiero di Bari che si distingue per l’alta qualificazione dell’istruzione e formazione professionale impartite agli alunni.