Inaugurata a Conversano la Community Library della Fondazione Di Vagno.

Una perfetta cerniera tra passato e presente, strutture storiche e modernità, insieme, a creare un ambiente perfetto per dimensioni e contenuti, adatto a una fruizione condivisa e a conservare identità e memoria. È stata inaugurata questa mattina, nel Monastero di San Benedetto a Conversano, la Community Library della Fondazione Di Vagno “I Granai del Sapere”, realizzata grazie al bando SMART-IN della Regione Puglia. A progettarla l’architetta Annalisa Simone e gli ingegneri Sebastiano Mastrangelo e Sebastiano Polignano. I lavori, invece, sono stati diretti dall’architetto Vincenzo Locaputo. Per valorizzare l’edificio storico con le sue valenze architettoniche e spaziali, si è scelto di intervenire lo stretto necessario sulle strutture murarie esistenti e immaginare e realizzare una nuova organicità dell’ambiente di studio. Il risultato è una Biblioteca di Comunità dinamica che vanta diciassette metri lineari di libreria a tutta altezza per ospitare oltre 15mila volumi, un grande salone con volta alta quasi sei metri, che costituisce la grande aula dei Granai della Comunità, mentre il secondo livello della libreria è servito da una lunga balconata alla quale si accede tramite una piccola scala a rampa diretta. La sala lettura con tavoli per la consultazione potrà ospitare fino a 25 persone. Anche le antiche cellette delle monache sono state annesse alla biblioteca che è uno spazio multifunzionale e flessibile, con spazi di lettura, luoghi di incontri, seminari e conferenze. Il progetto della Community Library “Granai del Sapere” presentato dalla Fondazione Di Vagno si è classificato quinto su un totale di 160 progetti presentati. All’inaugurazione hanno partecipato: la presidente del Consiglio Regionale della Puglia Loredana Capone il presidente della Fondazione “Giuseppe Di Vagno 1889-1991” Avv. Gianvito Mastroleo, Il direttore del dipartimento turismo economia della cultura e valorizzazione del territorio della Regione Puglia, Aldo Patruno il sindaco di Conversano Avv. Giuseppe Lovascio, e in collegamento l’assessore regionale alla cultura e al turismo Massimo Bray. L’inaugurazione della Community Library di Conversano rappresenta un ulteriore tassello che si aggiunge concretamente alla strategia di valorizzazione del patrimonio culturale pubblico fortemente voluta dalla Regione Puglia. – ha commentato Massimo Bray, assessore alla cultura e turismo della Regione Puglia – È nostro compito rendere le biblioteche uno dei fulcri strutturali della vita delle nostre comunità, rafforzando i legami sociali che si stringono attraverso il proliferare delle idee. Ad oggi, per mezzo di “SMART-In”, sono già venticinque le Community Library consegnate nelle mani dei cittadini, e per altre novantasette a breve è prevista la cerimonia di apertura. Queste realtà, oltre a rappresentare un presidio culturale permanente, non solo sono in grado di riflettere i tratti identitari peculiari dei territori che le ospitano ma, al tempo stesso, sono strettamente sinergiche fra loro. Con l’evento odierno, grazie anche al forte impegno della Fondazione Di Vagno, abbiamo restituito alla stupenda città di Conversano il Monastero di San Benedetto. Un intervento – ha concluso l’assessore – che ha riqualificato un bene immobile di pregio storico e architettonico, rendendolo un polo di servizi partecipativo e inclusivo, destinato all’intera collettività. Una biblioteca di tutti e per tutti votata a fare da ponte tra valori consolidati e pulsioni innovative.

 

A partire da lunedì 7 giugno, la Biblioteca sarà aperta regolarmente per il servizio pubblico seguendo le normative anti-covid, dalle 9.30 alle 13 e dalle 16 alle 20.