Lecce. Dopo le dimissioni dell’assessore e vicesindaco Alessandro Delli Noci nominati nuovo Assessore e Vicesindaco.

Nomina assessore e vicesindaco

 Dopo le dimissioni dell’assessore e vicesindaco Alessandro Delli Noci, eletto in Consiglio regionale nell’ultima tornata elettorale amministrativa, il sindaco di Lecce Carlo Salvemini ha nominato in giunta un nuovo assessore: Marco Nuzzaci, attuale capogruppo in Consiglio comunale della lista “Noi per Lecce”. A Nuzzaci andrà la delega ai Lavori Pubblici.

Rinnovo il sincero e sentito ringraziamento ad Alessandro Delli Noci per il contributo che ha dato alla città – ha ribadito il sindaco Carlo Salvemini in un incontro con i giornalisti tenutosi stamattina– e per l’opportunità che mi ha dato di lavorare al suo fianco”.

Il ruolo di vicesindaco andrà a Sergio Signore, assessore alla Sicurezza urbana, Polizia locale, Protezione civile, Rapporto con i quartieri, Servizi demografici, Servizi cimiteriali.

È una scelta che cade sull’assessore più anziano della nostra comunità, in Consiglio comunale dal 2002 e, come è noto, il candidato consigliere più suffragato – ha commentato il sindaco – Sergio è  un patrimonio di esperienze, di conoscenze, di relazioni importanti dentro e fuori la città e quindi sono certo che mi darà una grossa mano nel lavoro politico anche legato al raccordo tra Giunta e Consiglio e con le forze politiche di maggioranza”.

Il sindaco ha provveduto ad assegnare la delega a Personale, Agenda digitale, Innovazione tecnologica a Christian Gnoni, che è già assessore ai Tributi, Politiche attive del lavoro, Affari generali, Agricoltura.

La Programmazione strategica, Europa e cooperazione vanno ad aggiungersi alle deleghe del sindaco, che ha già le deleghe a Bilancio, Società partecipate, Progetto Terra d’Otranto, Rapporti con l’Università.

 

Do il benvenuto in giunta a Marco Nuzzaci – ha concluso il sindaco prima di rispondere alle domande dei giornalisti – e rivolgo un augurio di buon lavoro ulteriormente impegnativo sia a Sergio Signore che a Christian Gnoni”.