Turismo con standard comuni nell’area adriatica: il progetto Hamlet presenta i risultati di 3 anni di lavoro in Puglia, Albania e Montenegro

Evento online Giovedì 27 maggio alle 10.00

Prodotti e servizi offerti con gli stessi standard, individuati da uno stesso marchio capace di identificare le peculiarità dell’area Adriatica tramite una strategia comune. È stato questo l’obiettivo di ogni singola azione messa in campo in tre anni di lavoro nell’ambito del progetto Hamlet in Puglia, Albania e Montenegro.

Saranno proprio i risultati concreti di questo progetto, finanziato nell’ambito del primo bando per progetti ordinari del Programma INTERREG IPA CBC Italia – Albania – Montenegro 2014/2020, ad essere al centro del doppio evento online in programma giovedì 27 maggio alle 10 sulla piattaforma Zoom. Oltre a Pugliapromozione, il partenariato conta sulla presenza del Ministero della cultura dell’Albania (capofila), in partnership con l’Istituto di Ricerca Urbana di Tirana, del Ministero dell’istruzione, della scienza, della cultura e dello sport del Montenegro e della Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della PMI – Provincia di Bari.

La prima parte (dalle 10 alle 11.30 circa) sarà dedicata all’evento finale del progetto (interamente in inglese). L’introduzione e i saluti istituzionali saranno affidati ad Aldo Patruno, Direttore del Dipartimento Turismo, Economia della Cultura e Valorizzazione del Territorio – Regione Puglia; Entela Cipa, Segretario Generale – Ministero della Cultura dell’Albania; Milena Ražnatović, Consulente per la Cooperazione Internazionale – Ministero dell’istruzione, della scienza, della cultura e dello sport del Montenegro; Zana Vokopola, Direttore esecutivo – Istituto di ricerca urbana e Rosamaria Derosa, Presidente – CNA Bari.

Seguirà la presentazione dei risultati di progetto. Sulla strategia di branding transfrontaliera, piattaforma IT e mappatura territoriale spiegherà gli obiettivi raggiunti Elton Nino, Project Manager – Istituto di Ricerca Urbana di Tirana; sugli investimenti in servizi per l’accessibilità e la valorizzazione turistica relazionerà Jovana Drobnjak, Financial Manager – Ministero dell’istruzione, della scienza, della cultura e dello sport del Montenegro ed infine sullo sviluppo sostenibile del turismo e dei servizi di supporto all’artigianato interverrà Carmela Antonino, RUP – Pugliapromozione.

Dopo uno spazio dedicato alla discussione, alle conclusioni ed alle prospettive future, si passerà al talk letterario con gli scrittori di racconti brevi ambientati in 5 borghi pugliesi (Bovino, Vico del Gargano, Cisternino, Galatone e Pulsano) selezionati attraverso una call indetta da Pugliapromozione la scorsa primavera. È stata, infatti, di recente pubblicata la raccolta di questi 10 racconti (a breve scaricabile gratuitamente dal sito di progetto).

Il talk sarà l’occasione per ascoltare direttamente dagli scrittori cosa li ha ispirati nell’ambientazione delle storie nei cinque borghi pugliesi e per apprezzare gli altrettanti emotional videos girati lo scorso autunno durante le visite guidate organizzate dal progetto (anche i video sono visibili al link).

Qui di seguito scrittori e racconti: “Accadde domani” di Francesco Brescia e “La particella di Majorana” di Raffaele Niro ambientati a Bovino; “Lo sguardo” di Grazia Daltilia ed “Il bastone santo di Vico” di Federico Scarabino ambientati a Vico del Gargano; “Fronte delle stelle” di Roberto Lacarbonara e “Ferragosto con Julian” di Flavia Pankiewicz ambientati a Cisternino; “C’era una, due, tre volte a Pulsano” di Silvia Rizzello e “L’ultimo canto del gallo” di Tiziana Tomai ambientati a Pulsano; “Cercando Torakika” di Francesca Maruccia e “Era di maggio” di Valentina Nicoletti ambientati a Galatone.