DIGITALE: DOPO BOCCIATURA TAR LAZIO, AVANTI CON VOUCHER CONNETTIVITÀ. IN PUGLIA A DISPOSIZIONE OLTRE 25 MILIONI DI EURO

Il TAR del Lazio non ferma il voucher connettività. È stato bocciato, infatti, il ricorso degli esercenti che paventavano una concorrenza sleale a fronte della misura messa in campo dal Governo Conte, con cui il Ministero dello Sviluppo economico intende sostenere i più di 5 milioni di italiani che, ancora oggi, non hanno potuto permettersi una connessione digitale. Dei 200 milioni destinati per la misura, la Puglia ne ha a disposizione 25,4 milioni di euro. Di questi appena 2.847.000 euro sono stati prenotati e resta da spendere, dunque, il restante 88,9% del plafond previsto per la regione.

L’esigenza di connettività è risultata vitale in periodo di pandemia e, in particolare, per tanti studenti costretti a casa con la didattica digitaledichiara il deputato Emanuele Scagliusi, capogruppo M5S in Commissione Trasporti e Telecomunicazioni della CameraLe famiglie con un Isee al di sotto dei 20mila euro possono, dunque, richiedere un contributo fino a 500 euro per dotarsi di una connessione internet, di tablet o computer. A beneficiarne anche le imprese che, a causa dell’emergenza Covid, hanno fatto ricorso allo smart working. Con questa misura, pertantoconclude Scagliusi (M5S)puntiamo a colmare, progressivamente, il gap infrastrutturale esistente, promuovendo la banda ultralarga ed accorciando le distanze digitali tra i cittadini. Sono passaggi imprescindibili su cui costruire la nostra futura competitività e la nostra coesione: da affrontare con grande determinazione e lavoro di squadra”.

Sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico, è possibile fare richiesta per il voucher rivolgendosi direttamente ad uno degli operatori accreditati che hanno presentato offerte approvate da Infratel Italia, gestore della misura agevolativa.