Lecce. Campetti minori antistadio: 100mila euro per recuperare basket e pattinaggio outdoor

La Regione Puglia ha comunicato il finanziamento del progetto presentato dal Comune di Lecce nel 2019 per l’Avviso Pubblico per “interventi volti al potenziamento del patrimonio sportivo delle Amministrazioni comunali”. Alla città andranno 100mila euro euro per intervenire nel complesso sportivo dei “Campetti minori” in Viale Giovanni Paolo II, con la riqualificazione del campo da basket outdoor e della pista di pattinaggio, per recuperarne la funzionalità, e delle aree di pertinenza.

Il complesso dei “Campi minori” comprende un campo di basket, una pista di pattinaggio all’aperto (entrambi oggi) , un campo da calcio e i relativi spogliatoi, le aree esterne di pertinenza, costituite da una zona destinata a parcheggio e da piazzali pedonali per il raggiungimento dei terreni da gioco e degli spogliatoi. In dettaglio il finanziamento consentirà di recuperare il campo da basket outdoor attraverso lo smantellamento e la posa in opera di un nuovo pavimento sportivo in resine acriliche, la sostituzione dei tabelloni e dei canestri, la sistemazione della recinzione, il ripristino dell’impianto di illuminazione con lampade a Led a basso consumo energetico e la manutenzione dei sostegni metallici. Per la pista pattinaggio outdoor si procederà al recupero della balaustra esistente e alla fornitura e posa in opera della parte mancante con, relativo cordolo, oltre al recupero della pavimentazione esistente con lucidatura della superficie. L’intervento prevede la sistemazione di tutta l’area di pertinenza alle strutture sportive, comprendente la zona a valle della rampa di accesso destinata alla sosta dei veicoli, l’ampio piazzale davanti agli spogliatoi e il camminamento di accesso al campo da calcio. Il piazzale dei campetti minori sarà completamente ripulito dalle sterpaglie presenti per poter procedere alla demolizione e rimozione della pavimentazione in bitume e alla sua sostituzione con una pavimentazione in masselli in calcestruzzo autobloccanti.

“È un finanziamento importante, che recupera alla funzionalità una parte del complesso dei campetti minori. Con gli uffici, che ringrazio per l’impegno, stiamo lavorando per sfruttare ogni possibile linea di finanziamento utile a riqualificare il nostro patrimonio di impiantistica sportiva, che ha bisogno di manutenzione, ristrutturazione e riattivazione a beneficio di tutti – dichiara l’assessore allo Sport Paolo Foresiogli impianti all’aperto, inoltre, sono importantissimi perché svolgono una funzione sociale, oltre che sportiva. Come già avviene con i playground, anche quelli da sistemare in parte, del Campo Montesfusco e come avverrà per altri piccoli punti-sport nel resto della città, l’amministrazione interviene per favorire l’accesso alla pratica del gioco del basket, della pallavolo, del tennis come occasione di rigenerazione sociale, oltre che per migliorare la dotazione impiantistica, perché crediamo nello sport come occasione di crescita, conoscenza e relazioni tra le persone”.